DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

5 per mille 2014


Giovedì 3, Aprile 2014
in  Consulenza legale


Anche per il 2014, in sede di compilazione della dichiarazione dei redditi, è prevista la possibilità per il contribuente di destinare una quota del 5 per mille dell'Irpef a finalità di interesse sociale.


Per questo motivo a partire dal 21 marzo le organizzazioni di volontariato e le associazioni sportive dilettantistiche, interessate al potenziale beneficio, possono procedere con l'iscrizione on line negli specifici elenchi, tramite l'apposito software predisposto dall'amministrazione finanziaria.


La tabella di marcia degli adempimenti del cinque per mille 2014 è stata fissata con la Circolare n. 7/E dell'Agenzia delle Entrate, che rinvia a quanto disposto per l'anno precedente dalla Circolare n. 6/E del 2013. C'è tempo fino al 7 maggio per l'iscrizione e la procedura deve essere ripetuta anche dagli enti che si erano già iscritti negli anni scorsi.


Gli elenchi provvisori degli enti del volontariato e delle associazioni sportive dilettantistiche saranno predisposti dall'Agenzia delle Entrate e pubblicati sul sito www.agenziaentrate.gov.it entro il 14 maggio, insieme agli elenchi degli enti della ricerca scientifica e dell'università e della ricerca sanitaria, trasmessi rispettivamente dal Miur e dal Ministero della Salute.


Gli enti non profit avranno tempo fino al 20 maggio per chiedere la correzione di eventuali errori ed entro il 26 maggio ci sarà la pubblicazione aggiornata degli elenchi definitivi.


Per gli enti del volontariato e le associazioni sportive dilettantistiche ci sarà un ultimo adempimento, con scadenza 30 giugno, consistente nell'invio della dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, firmata dal legale rappresentante, che attesta la permanenza dei requisiti richiesti. La spedizione deve essere effettuata, tramite posta elettronica certificata (PEC) o raccomandata con ricevuta di ritorno, alla Direzione Regionale delle Entrate, mentre le associazioni sportive dilettantistiche inviano la stessa dichiarazione alla sede regionale del Coni territorialmente competente. 


Il paragrafo 1.4 della Circolare n. 7/E prevede la possibilità, nel caso in cui la domanda o la dichiarazione sostitutiva non sia stata regolarmente presentata nei termini o non sia stata allegato il documento di riconoscimento, di sanare tali errori formali entro e non oltre il 30 settembre 2014, presentando la documentazione omessa e versando una sanzione (non compensabile) di 258 euro, con modello F24 e codice tributo 8115.


Resta invariato l'obbligo di rendicontazione, da redigere ed eventualmente inviare entro un anno dalla ricezione delle somme, in modo che risulti in modo chiaro e trasparente, anche a mezzo di una relazione illustrativa, la destinazione delle somme percepite dall'ente non profit.


dott. Marco Ballatore

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
Il Corriere di Saluzzo percepisce i contributi pubblici all’editoria.
Il Corriere di Saluzzo ha aderito tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) allo IAP - Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.


powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento