DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Come sono saporite le Mille e una notte


Giovedì 1, Agosto 2013
in  Leggere con gusto


Nel caldo opprimente, l'idea di cibo non alletta, tanto meno passare tempo in cucina, che sembra la fucina di Vulcano. Ma ci si puó inebriare di parole e cibarsi di sapori di carta. Di leccornie, di luoghi esotici e di acque immacolate. Il risultato è piacevolissimo e... leggero.


Così ho sognato, così ho gustato, nell'afa di questi giorni, con un libro che mi è piaciuto molto e stuzzicato l'eros del cibo: A tavola con Sherazade, le ricette delle Mille e una notte, scritto a quattro mani da un antropologo Malek Chebel e da uno chef libanese Kamal Mouzawak. La narrazione procede con la descrizione dei cibi, s'intreccia con i segreti dei palazzi, le forme di cortesia, le antiche pratiche di cucina. Aladino e il suo Genio imbandiscono per la principessa una tavola con piatti d'oro colmi delle carni più squisite.


Le sporte della spesa sono ricche di ogni meraviglia: 'vari tipi di mele, albicocche, pesche, limoni, arance mirti, gelsomini'. I calici si riempiono di Shiraz mentre si diffonde il profumo delle oche al forno, dei piccioni in salsa e l'essenza di droghe è cappa di odori. La novellatrice che incantava il suo signore con i sensi è passata alla storia, modello di affabulazione. Ma il libro non solo rievoca la mitica figura, ma concupisce con ricette dagli ingredienti esotici, portate che valgono ben la fatica della preparazione. Tra le ricette proposte dallo chef, spicca il tabulé libanese alla melagrana, di semplice preparazione, che si prepara con il bulghur (grano spezzato): lo chef consiglia di tritare il prezzemolo e la menta, di pulire i cipollotti e i pomodori, di aggiungere sale, pepe, limone e olio, di sciacquare il bulghur, poi lasciarlo a bagno nel succo di limone e nell'acqua dei pomodori. 'Regolate il condimento e spargete i semi di melagrana. Servite ben fresco con foglie di lattuga romana o di cavolo bianco tenero e croccante' sono i consigli-ordini che manda lo chef, consigli che hanno l'andamento di una storia, di un poetare che incanta, proprio come Sherazade con il suo signore.


Per spezzare l'afa, per prolungare il tempo, per creare una scia di profumi... ecco, quello che mi ha fatto pensare il libro godurioso e dimenticare l'inerzia di un pomeriggio domenicale, dove anche la lettura è un peso e sarebbe bello 'naufragar in un mare fresco, cristallino', per ritrovare se stessi.


Ma anche con la mente si puó fare. E intanto incornicio i fotogrammi di piatti che hanno il significato di culture arcane, che portano dentro i segreti di storie millenarie, di tradizioni di cui andar fieri.

 

Cetta Berardo

 

 

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
Il Corriere di Saluzzo percepisce i contributi pubblici all’editoria.
Il Corriere di Saluzzo ha aderito tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) allo IAP - Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.


powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento