DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Composizione della crisi da sovraindebitamento


Giovedý 2, Maggio 2013
in  Consulenza legale



La procedura di composizione della crisi da sovraindebitamento è disciplinata dalla Legge n. 3/2012. Si tratta di una procedura applicabile al debitore non fallibile, al fine di definire la sua situazione di sovraindebitamento, intesa come perdurante squilibrio tra le obbligazioni assunte ed il patrimonio prontamente liquidabile per farvi fronte. L'accesso alla composizione della crisi avviene su istanza del debitore e presuppone che quest'ultimo non vi abbia fatto ricorso nei cinque anni precedenti e non sia assoggettabile a procedure concorsuali. Con l'ausilio di un organismo di composizione della crisi, iscritto nell'apposito registro tenuto presso il Ministero della Giustizia, il debitore avanza una proposta di accordo per la ristrutturazione dei debiti. Affinché la stessa sia omologabile da parte del Tribunale, deve prevedere l'integrale soddisfazione dei crediti impignorabili e l'integrale pagamento di alcune categorie di tributi (l'Imposta sul Valore Aggiunto, le ritenute operate e non versate, i tributi che costituiscono risorse proprie dell'Unione Europea). La proposta di accordo viene depositata per l'omologazione presso il Tribunale del luogo di residenza (o della sede) del debitore e, entro tre giorni, l'organismo per la composizione della crisi provvede anche a presentarla all'agente della riscossione e agli uffici fiscali. Il giudice fissa dunque l'udienza per l'approvazione della proposta, stabilendone anche un'idonea forma di pubblicità. Affinché la proposta sia omologabile occorre che vi sia il consenso di tanti creditori che rappresentino almeno il 60% dei crediti totali.


Il ricorso al procedimento di composizione della crisi da sovraindebitamento determina la nullità di eventuali azioni esecutive individuali intraprese dai creditori, nonché di eventuali sequestri conservati o acquisizioni di diritti di prelazione sul patrimonio del debitore, salvo che le iniziative predette siano attivate dai titolari di crediti impignorabili.


Dott.ssa Grazia Previti

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva - Cf. - Reg. Imprese CN n. 01893690048
Rea n. CN-142932
Direttore Responsabile: Mario BANCHIO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© SOCIETA' EDITRICE SALE E LUCE - SOCIETA' COOPERATIVA - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)