DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Coro dei giovani della pace


J4JOY A PADOVA

Giovedì 6, Aprile 2017
in  Vita Ecclesiale


SALUZZO - «Se è vero che 'La bellezza salverà il mondo' noi crediamo che la musica possa essere decisiva soprattutto se fatta insieme» con questo spirito il Sermig di Torino ha fatto nascere il progetto 'Coro dei Giovani della Pace', in occasione del 5° Mondiale dei Giovani che si terrà a Padova il prossimo 13 maggio. 
L'obiettivo è quello di formare un coro di 1000 persone. E questa proposta è arrivata fino a Saluzzo, accolta dal coro giovanile diocesano 'J4Joy' che sarà presente all'evento e che, a sua volta, allarga l'invito e l'appello a tutti coloro che vogliano unirsi per questa straordinaria esperienza. «Ci piacerebbe che tutti coloro che condividono questa passione si unissero a noi per dare vita a qualcosa di nuovo, di straordinario e altamente formativo».
L'Appuntamento Mondiale Giovani della Pace è il frutto di un percorso che ha compiuto 30 anni. Esso è nato dall'incontro del Sermig e del suo fondatore Ernesto Olivero con migliaia di giovani, uomini e donne, credenti e non. Incontri che hanno dato corpo ad un'intuizione:  permettere alle nuove generazioni di farsi ascoltare dai grandi della Terra nei campi della politica, della cultura, dell'economia, della spiritualità. 
Il 5 ottobre 2002, Torino ospitó il primo 'Appuntamento Mondiale Giovani della Pace'. In quell'occasione, circa 100 mila giovani si incontrano in piazza San Carlo, e nelle vie adiacenti, raccolti idealmente intorno alla 'Carta dei giovani'; il 3 ottobre 2004 toccó ad Asti, il 27 agosto 2010 alla città dell'Aquila, pesantemente segnata dalle brecce del terremoto; il 4 ottobre 2014 a Napoli, in una piazza Plebiscito traboccante di oltre 40.000 giovani giunti da ogni regione d'Italia e da diversi Paesi del mondo. Ora il cammino dei Giovani della Pace continua il 13 maggio 2017 a Padova, con il 5° Appuntamento Mondiale. 'Ancora una volta, voi giovani- ha detto Ernesto Olivero -, sarete protagonisti con le vostre testimonianze, con i vostri sogni. Quel giorno vorremmo invitare i 'grandi' della politica, dell'economia, della cultura, delle religioni, della scienza a venirvi ad ascoltare per capire che la pace è possibile se ognuno di noi si batte per la felicità degli altri. Se vince l'odio perdiamo tutti!'
«Per questa occasione- dicono i responsabili del coro J4Joy della Diocesi di Saluzzo- abbiamo aderito alla proposta di formare un coro formato da 1000 persone, con l'intento di portare una testimonianza di pace, dialogo e amore attraverso la musica. Cantori di ogni regione d'Italia, uniti dalla passione per il canto, la spiritualità e la solidarietà.  Una proposta che rivolgiamo a chiunque abbia voglia e piacere di aggregarsi a noi».
Per informazioni sulla due giorni (12 e 13 maggio) e per aderire all'iniziativa si puó scrivere a coro.j4joy@gmail. com oppure tel. a Eliana: 339 3101372.
e. m. 

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
Il Corriere di Saluzzo percepisce i contributi pubblici all’editoria.
Il Corriere di Saluzzo ha aderito tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) allo IAP - Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.


powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento