DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Crosetto: la diagnosi precoce è vincente/3


CANCRO

Giovedì 27, Aprile 2017
in  Attualità e Cultura


Proseguiamo la pubblicazione delle domande e relative risposte che alcuni concittadini americani hanno posto a Dario Crosetto in merito alla sua invenzione per la diagnosi precoce del cancro.

la prima parte di domande e risposte si possono leggere qui:



http://www.corrieredisaluzzo.it/cgi-bin/archivio/news/Crosetto-la-diagnosi-precoce-e-vincente.asp


http://www.corrieredisaluzzo.it/cgi-bin/archivio/news/Crosetto-la-diagnosi-precoce-e-vincente2.asp


DD & DJ: Ci si domanda perché i giornalisti e le agenzie investigative non rivelano al pubblico questo spreco di denaro, perché gli scienziati influenti non vogliono assumersi la responsabilità dei i risultati sperimentali attraverso una prova del loro sistema nell'ambiente controllato di un laboratorio. Ora per favore ci dica come la sua invenzione in fisica delle particelle sia in grado di fornire vantaggi tecnologici nel campo della Diagnostica medica ed i benefici di salvare vite umane attraverso una diagnosi precoce efficace del cancro.


VII. CROSETTO: In fisica, i segnali buoni estratti dalle radiazioni sono le caratteristiche di una nuova particella, mentre nella Diagnostica Medica riflettono le caratteristiche delle cellule tumorali che iniziano il loro sviluppo. È importante acquisire con precisione tutti i segnali buoni possibili dai marcatori tumorali per ridurre la radiazione al paziente al livello minimo, per vedere l'inizio dei processi biologici anomali tipici delle malattie degenerative al costo più basso dell'esame. Le oltre 10.000 PET attuali (Tomografia ad Emissione di Positroni) in uso negli ospedali catturano circa un paio di fotoni da 511 KeV dei marcatori tumorali per ogni 10.000 emessi dal radioisotopo nel corpo del paziente. La mia tecnologia 3D-CBS che fa uso del 3D-Flow OPRA puó catturare con maggiore precisione 400 volte il numero di segnali. Ció fornisce il vantaggio di richiedere la somministrazione dell'1% della radiazione rispetto alle 10.000 PET attuali, consentendo un rilevazione efficace precoce del cancro, riducendo allo stesso tempo il costo dell'esame al 10% rispetto al costo attuale.


Crosetto Sollecita l'innovazione in efficienza


DD & DJ: Qual è la differenza tra gli altri approcci e la sua invenzione nel filtraggio dei segnali delle particelle desiderate o dei marcatori tumorali rispetto agli altri sistemi?


VIII. CROSETTO: La grande differenza tra il mio sistema 3D-Flow OPRA ed i sistemi alternativi, 'trappole' (o L-1 trigger in fisica e PET in Medical Imaging) e' quella che nei sistemi alternativi viene misurato solo il 'peso' dell'oggetto che si vuole filtrare, mentre il mio sistema filtra gli oggetti ricercati in base al loro 'peso' e 'forma'.


DD & DJ: Perché è così importante esaminare l'oggetto desiderato con maggiori informazioni e non soltanto in base al peso?

IX. CROSETTO: Lo svantaggio è che non cattura molti oggetti che si vorrebbero catturare (particelle rare o marcatori tumorali) simili al 'buttare via il bambino con l'acqua sporca' perché il bambino potrebbe avere lo stesso peso di una pietra e sarebbe necessario un riconoscimento della 'forma' dell'oggetto per poter decidere quali oggetti si devono salvare e quali si devono invece filtrare, cioe' buttare.


DD & DJ: Il peso e la forma sono l'unica differenza tra questi due approcci? In caso contrario, quali sono le altre differenze?


X. CROSETTO: Il peso e la forma affrontano solo la differenza concettuale, tuttavia, vi sono molte altre differenze nella realizzazione della mia invenzione 3D-Flow OPRA che puó sostituire 4.000 schede elettroniche inserite in centinaia di chassis in una stanza di circa 22m x 16m , con 9 schede elettroniche, inserite in un solo chassis da 0.5m x 0.5m, che fornisce ai fisici sperimentali uno strumento con prestazioni elevatissime mai raggiunte prima ad un millesimo del costo. Nell'applicazione della Diagnostica Medica, la mia apparecchiatura 3D-CBS che fa uso dell'architettura 3D-Flow OPRA è centinaia di volte più efficiente rispetto alla oltre 10.000 PET attuali. Ha la potenzialità di salvare molte vite attraverso un rilevamento efficace precoce del cancro ed è più efficiente e dieci volte meno costoso rispetto al progetto Explorer che ha ricevuto 15.5 milioni di dollari dalla Sanità Americana (NIH). Il 3D-CBS crea un cambiamento paradigmatico nel campo dell'imaging molecolare, perché per la prima volta è in grado di fornire in una sola volta, tre caratteristiche che nessun altro dispositivo di imaging medicale puó offrire: a) diagnosi precoce del cancro efficace, b) 1% della dose di radiazione delle oltre 10.000 PET attuali e c) un esame di soli 4 minuti ad un costo accessibile, che copre tutti gli organi del corpo e che puó sostituire in modo economicamente vantaggioso varie procedure come ad esempio la mammografia, il PAP-test, la colonscopia, il PSA, ecc.



IMMAGINI CORRELATE...

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento