DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Cud 2013. Modalità di richiesta


Giovedì 14, Marzo 2013
in  Consulenza legale



La Legge di Stabilità 2013 (Legge n. 228/2012) ha previsto all'art. 1 comma 114 che 'dall'anno 2013, gli enti previdenziali rendono disponibile la certificazione unica dei redditi di lavoro dipendente, pensione e assimilati (CUD) in modalità telematica'. Pur essendo una novità nata con le migliori intenzioni di semplificazione e risparmio, non si esclude che possa creare alcuni disagi nel 'reperire' la certificazione dei redditi 2012 da parte dei pensionati, che non sempre hanno grande dimestichezza con i sistemi informatici.


Per poter visualizzare e stampare il proprio modello CUD 2013, il pensionato deve accedere al sito www.inps.it, nella sezione 'Servizi al cittadino', previa identificazione tramite PIN personale, rilasciato dall'INPS stesso.


In merito a tale novità, l'INPS ha diramato alcuni chiarimenti tramite circolare n. 32 del 26.2.2013, in cui si prevede che 'nell'intesse di quel significativo segmento di utenza che non possiede le dotazioni e le competenze necessarie per la piena fruizione dei servizi on line', sono state attivate le seguenti modalità alternative per ottenere il mod. CUD in forma cartacea:


1. Sportelli veloci dell'INPS, presso tutte le Agenzie territoriali;


2. Postazioni informatiche self service, presenti in tutte le strutture territoriali dell'INPS, presso le quali gli utenti in possesso di PIN possono direttamente procedere alla stampa dei certificati reddituali;


3. Posta elettronica certificata: i soggetti in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata possono inoltrare la richiesta di trasmissione del modello al seguente indirizzo richiestaCUD@postacert.inps.gov.it;


4. Centri di assistenza fiscale: il cittadino potrà avvalersi di un CAF cui abbia conferito specifico mandato;


5. Uffici postali: sarà possibile ottenere il CUD presso gli uffici postali appartenenti alla rete 'Sportello Amico', dietro un corrispettivo pari a 2,70 euro più IVA;


6. 'Sportello Mobile' per utenti ultraottantacinquenni e pensionati residenti all'estero: per tali soggetti è stato attivato un servizio dedicato per la richiesta telefonica del documento;


7. Spedizione del CUD al domicilio del titolare: in caso di dichiarata impossibilità di accedere alla certificazione, in via diretta o tramite un altro soggetto delegato, è possibile richiedere alla competente sede INPS o tramite il contact center, l'invio del mod. CUD 2013 al proprio domicilio. A tale scopo, oltre al numero 803.164 gratuito da rete fissa e al numero 06-164164 a pagamento da cellulare, è stato attivato il nuovo numero verde 800-434320 dedicato (funzionante in modalità automatica senza intervento dell'operatore) raggiungibile solo da rete fissa attraverso il quale si puó richiedere l'invio a domicilio del proprio certificato reddituale. I dati richiesti sono tre (data di nascita, nome e cognome), da specificare comunicandoli a voce. La procedura termina in un paio di minuti con l'Inps che precisa che il CUD verrà spedito al domicilio del pensionato.


dott. Ballatore Marco

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
Il Corriere di Saluzzo percepisce i contributi pubblici all’editoria.
Il Corriere di Saluzzo ha aderito tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) allo IAP - Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.


powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento