DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Delfino d'oro a Bersani


PREMIATO PER L'IMPEGNO ALLA CULTURA - Riconoscimento dalla città di Carmagnola

Giovedì 23, Dicembre 2010
in  Valle Maira



VALLE MAIRA – Lunedì scorso il Comune di Carmagnola ha consegnato la più importante onorificenza cittadina, il 'Delfino D'Oro 2010' intitolato alla cultura, ad Alberto Bersani. Classe 1930, madre valmairese e padre carmagnolese, Bersani è nome autorevole nel panorama cultura piemontese.


Dopo la brillante carriera universitaria e lavorativa (alla FIAT e all'ANFIA, Associazione Nazionale Fra Industrie Automobilistiche, alla Confindustria di Roma), da vent'anni ricopre incarichi di responsabilità in organizzazioni culturali.


«La famiglia, la scuola e il lavoro – spiega Bersani- sono le fonti della mia vocazione culturale».


Assieme ad un'innata passione.


Capo delegazione FAI Cuneo dal 1993 al 2010, Presidente del Centro Studi Giovanni Giolitti di Dronero, Presidente per dieci anni del Consiglio dei Seniors di Torino, Consigliere Centrale della Società Dante Alighieri (fondata da Giosuè Carducci nel 1889). Tutti tasselli di una 'cultura' variegata che «non si limita al complesso di nozioni – spiega- ma si associa ad una più vasta rete di valori spirituali ed intellettuali».


Legami che lo riportano anche alla società montanara degli acciugai valmairesi. Quarant'anni fa acquista casa in Borgata Castellaro di Celle Macra («Una delle cose più belle che ho fatto in vita mia», commenta). Torna in val Maira e nella seconda metà degli anni '80 è Consigliere in Comune e Assessore in Comunità Montana.


«Delega al Turismo – ricorda-: oggi più che mai vuol dire cultura».


Attualmente è Presidente della Pro Loco Seles di Celle Macra. Ed è importante sentir dire dal Bersani che «mi considero parte della valle non solo perché è bella ma perché c'è cultura». Sono parole di speranza in un contesto nero.


«La situazione italiana esprime un grande travaglio ed è motivo di molte preoccupazioni – spiega-. Mancano linee direttrici, valori fondamentali che possono fare da guida nei momenti turbolenti. Nello specifico, tagliare senza distinguo i fondi alla macchina culturale italiana è un suicidio».


«Camminiamo – aggiunge- sull'orlo dell'abisso».


roby bianco

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
Il Corriere di Saluzzo percepisce i contributi pubblici all’editoria.
Il Corriere di Saluzzo ha aderito tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) allo IAP - Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.


powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento