DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Domenica 7 agosto


Giovedý 4, Agosto 2016
in  Il Vangelo della Domenica


È il vangelo che parla a noi come viandanti e pellegrini, ignari del momento e dell'ora della partenza, ma sicurissimi di dover partire; parla a noi come fedeli che si nutrono di speranza! Non è, peró, un invito alla vigilanza solo in vista dell'incontro finale, ma all'attenzione quotidiana di chi è pronto a cogliere il momento che passa, il momento della grazia, della conversione o magari l'occasione quotidiana che ci viene offerta di compiere il bene.
Tutte tre le letture hanno come sfondo la notte. Essa è luogo privilegiato dell'attesa (perché tutto il nostro essere è fatto per la luce e non per il buio), ma anche luogo speciale in cui si compiono le grandi cose di Dio. Dalla notte della creazione fino alla notte della risurrezione di Cristo, passando per la notte della promessa ad Abramo e per quella della liberazione dall'Egitto.
All'attesa vigilante ci invita Gesù, e noi ne diventiamo capaci quando la nostra fede in Dio si traduce in completo abbandono alla fiducia in lui e alla certezza della sua fedeltà che mai verrà meno.
Del resto, soltanto entrando nella fiducia serena e totale in Dio, a noi diventa possibile aderire alle sue proposte: superare le nostre paure, essere certi nella fede di entrare nel regno di Dio, riempire le nostre borse non con cose frivole ed effimere, ma con ció che vale e dura per l'eternità. «perché, dov'è il vostro tesoro, là sarà anche il vostro cuore». Chiamati ad imparare a legare il cuore a Dio, prima che alle altre cose (tesori che periscono, che si impossessano del nostro futuro e ci addormentano). Per il servo infedele tesoro è il potere sugli altri, la possibilità di comandare, l'accumulo del denaro, la fama, il lusso, le comodità e i vantaggi che ne derivano (il comodo ma sterile 'divano', ha detto Papa Francesco ai giovani a Cracovia).
Il tesoro ha un nome: il Regno di Dio. Ha un gesto che lo caratterizza: il servizio (noi servitori di Dio, e Dio che si fa servitore dei suoi servi). Tesoro di persone e di speranze.
La nostra vita è viva se coltiviamo la passione per il bene possibile, per il sorriso possibile, per l'amore possibile, per una famiglia e un mondo migliore possibile. «Egli vuole le tue mani per continuare a costruire il mondo di oggi. Vuole costruirlo con te. E tu, cosa rispondi?» (Francesco - Cracovia). Quello che hai (doti, soldi, conoscenze mentali, ascolto, sensibilità) mettilo in circolo, donalo perché non sarai giudicato su quanto hai, ma su quanto ha trasformato in servizio di ció che ti è stato affidato.
Buona domenica.

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva - Cf. - Reg. Imprese CN n. 01893690048
Rea n. CN-142932
Direttore Responsabile: Mario BANCHIO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© SOCIETA' EDITRICE SALE E LUCE - SOCIETA' COOPERATIVA - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)