DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Ernesto


Giovedý 23, Aprile 2015
in  Fermo immagine


Dieci metri. Mancavano solo dieci metri a quel colle. E invece arrivó quella scheggia, fra un diluvio di colpi, ad arrestare il giro di una vita e a chiudere per sempre un paio di occhi scuri.


Il rosso di quel sangue a squarciare il bianco della neve e solo un poco più in là, i primi ciuffi verdi.


Il tricolore nasceva così, anche in quelle valli, in un finale amaro d'inverno, l'ultimo di guerra prima della prima-vera stagione di bellezza.


Ernesto non la vide quella primavera. Non sentì i canti giù in città e i balli nelle piazze.


La sua bella non potè più accarezzare quei riccioli bruni. Non erano fidanzati, ma come si diceva 'si parlavano'.


Ernesto se ne andó con i suoi ventisei anni e un carboncino in tasca, sempre pronto a fissare volti, scorci, pensieri.


La scuola d'arte da ragazzo dietro al banco e la voglia dentro di creare. La fantasia non si impara. Ed esce senza tele e senza quadri, su fogli di quaderno e muri di parete. Senza pennelli, né colori, ma con matite improvvisate a dipingere di nero.


Ernesto cresciuto troppo in fretta e i genitori andati troppo presto. Giocattoli si, ma solo per guadagnare i primi soldi in fabbrica. E poi a far da padre a quei ragazzi su in collina.


Ernesto non alzava mai la voce e comandava con l'esempio. Ernesto mai eroe, ma persona di buon senso. Ernesto e l'onestà, quando profumava ancora di valore.


Ernesto che piaceva agli amici e alle ragazze. Ernesto e Marino, suo fratello. Ernesto e la voglia di volare.


Ernesto non decise di morire, perché amava la vita, ma scelse di andare oltre il ponte.


Decise di prendere una posizione. Di essere di parte. Non c'è futuro senza scelte.


C'è una memoria vecchia e stanca che compie 70 anni. C'è chi le candeline non le vuole. C'è chi spegne la luce. C'è chi gira la testa. C'è chi se ne va e chi resta. C'è chi suona la fisa e canta una vecchia canzone. C'è chi annaffia un fiore. C'è chi, a modo suo, resiste.


C'è Ernesto, che in quella foto in bianco e nero guarda avanti e sembra che sorrida.


albiabba@libero.it

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva - Cf. - Reg. Imprese CN n. 01893690048
Rea n. CN-142932
Direttore Responsabile: Mario BANCHIO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© SOCIETA' EDITRICE SALE E LUCE - SOCIETA' COOPERATIVA - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)