DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Esiste una cultura dell'informazione?


ZAVATTARO A SALUZZO

Giovedì 13, Dicembre 2012
in  Vita Ecclesiale



SALUZZO - È possibile informare per aiutare l'opinione pubblica a sviluppare, oltre alla necessaria coscienza critica, una 'coscienza' partecipativa? E ancora: informare per cosa?


Queste sono le domande di fondo che sono, o dovrebbero essere, il punto di partenza dell'agire di chi è chiamato a fare informazione oggi. Argomento non per 'addetti ai lavori' dunque, ma domande fondamentali per tutti coloro che pensano che i media continuino a mantenere un ruolo insostituibile nel comunicare messaggi ed informazioni che non si esauriscono solo nell'atto del comunicare, indipendentemente dal linguaggio o dalle modalità che vengono utilizzate per rivolgersi al 'pubblico'.


Una scelta di verità, che come ricordava il messaggio di Papa Benedetto XVI per la 42° Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali dal titolo: 'I mezzi di comunicazione sociale: al bivio fra protagonismo e servizio. Cercare la verità per condividerla' è fondamentale per chi nella vita ha scelto la strada del giornalismo e della comunicazione.


Un tema di discussione e confronto così importante merita certo l'attenzione di credenti e laici e la possibilità di incontrare un interlocutore che sia all'altezza della situazione. Per questo motivo l'Azione cattolica diocesana, le Acli provinciali e gli Uffici pastorali catechistico, Scuola, Cultura e Caritas diocesani, in collaborazione con CIVES di Piacenza, invitano i lettori del Corriere e tutti coloro che non si accontentano di interrogativi senza ricercare soluzioni coerenti e convincenti a partecipare al secondo momento di formazione degli 'incontri del sabato' che si terrà sabato 15 dicembre, alle ore 8.45 presso l'Oratorio don Bosco di Via Donaudi e che ospiterà il noto volto del giornalista Fabio Zavattaro, corrispondente del TG1 per l'informazione sulla Santa Sede e per le notizie che toccano i diversi ambiti della vita della Chiesa in Italia.


Fabio Zavattaro è nato a Roma nel 1952 e ha iniziato la sua attività di giornalista nel 1981, dopo aver frequentato l'Istituto post universitario di scienza e tecnica dell'opinione pubblica presso la Libera Università Internazionale 'Pro Deo', oggi LUISS, in Roma. Ha ha collaborato con il quotidiano Avvenire tra il 1979 e il 1991 occupandosi di cronaca e politica estera e poi, dal 1983, di informazione vaticana. Nel 1988 è stato nominato vice capo redattore della redazione romana del giornale.


Nel 1991 è entrato in Rai, prima al Giornale radio - Gr2 - e successivamente, dal 1995, al Tg1, occupandosi sempre di informazione vaticana. Come inviato ha seguito, dal 1983, i viaggi del Papa, in Italia e all'estero. È autore di diversi video realizzati per la Rai in occasione di avvenimenti vaticani. Nel 2002 ha realizzato lo speciale 'Teresa di Calcutta', in vista della cerimonia di beatificazione di madre Teresa di Calcutta ed ha vinto la IX edizione del Premio televisivo Santa Chiara d'Assisi. Nel 2003 ha realizzato lo speciale '25 anni con Papa Wojtyla', in occasione del Giubileo Pontificale di Giovanni Paolo II. Zavattaro è autore e regista del video ''Benedictus XVI. Papa Joseph Ratzinger', scelto come uno dei video ufficiali della Giornata Mondiale della Gioventù di Colonia.


Con l'Editrice Ancora ha pubblicato 'I santi e Karol. Il nuovo volto della santità' che ripercorre la vita di Giovanni Paolo II attraverso i santi e beati proclamati nei quasi 27 anni di Pontificato e con le Edizioni La Scuola ha pubblicato il saggio: 'Savino Pezzotta. I cattolici e la politica'. Nel 2009 ha vinto il premio San Francesco di Sales Penna d'oro, intitolato al santo patrono dei giornalisti.


Il giornalista del TG1 avrà il non facile compito, nella sua relazione, di aiutare i presenti a capire come i mass-media possano aiutare a costruire una coscienza davvero partecipativa e non semplicemente spettatrice, acritica o ipercritica, dei fatti e degli avvenimenti e, insieme, quali siano i valori positivi del mestiere di giornalista quale testimone di realtà e di verità, fedele interprete dei fatti, capace di impegno morale nella professione.


In particolare egli potrà suggerire quanto sia difficoltoso proporre e 'far passare' un'informazione corretta sul mondo ecclesiale e sul Papa, un'informazione che non si accontenta di slogan e luoghi comuni ma che è tesa alla divulgazione di quelli che sono i valori più profondi della dottrina cristiana.


Dopo l'introduzione del protagonista dell'incontro, curata dagli organizzatori del ciclo di incontri, la parola passerà all'illustre ospite per la sua relazione e sarà poi la volta del pubblico che potrà rivolgere domande al giornalista.


roberto olivero

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
Il Corriere di Saluzzo percepisce i contributi pubblici all’editoria.
Il Corriere di Saluzzo ha aderito tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) allo IAP - Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.


powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento