DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Festa della pace - Cinque appuntamenti in dicoesi


Giovedý 19, Gennaio 2006
in  Arte & Fede



SALUZZO- Verzuolo, Barge, Revello, Busca e Saluzzo. Quest'anno ci si fa in cinque per vivere al meglio la Festa della Pace 2006, a conclusione del mese della pace che l'Azione Cattolica Ragazzi (Acr) vive a gennaio in tutta Italia. La sesta edizione della Festa della Pace si terrà infatti in varie zone della diocesi di Saluzzo.


«Dopo cinque anni di festa diocesana (Envie, Busca, Dronero, Scarnafigi, Barge), che ha coinvolto ogni volta circa quattrocento ragazzi, quest'anno vogliamo sperimentare la suddivisione in zone, valorizzando l'originalità e le risorse di ognuno... chissà se i numeri ci daranno ragione?» spiegano i vertici dell'équipe Acr.


Intanto, da più di un mese, gli animatori, i catechisti e i sacerdoti delle cinque zone in cui è stata idealmente suddivisa la nostra diocesi, sono all'opera per preparare il grande evento. Ma ecco come si sta lavorando al momento conclusivo.


«Nella festa e nel cammino che accompagnerà i ragazzi fino a quella data, si vuole: riflettere sulla realtà interculturale in cui siamo chiamati a vivere, sul bisogno incessante di trovare strade che facilitino una serena convivenza; elaborare un 'allenamento' alla pace che investe il quotidiano, nella convinzione che è la fedeltà agli impegni presi a costruire tenacemente dei processi di pace; realizzare personalmente e in gruppo, da protagonisti, esperienze semplici, ma concrete di testimonianza nella costruzione della pace, a partire da alcune figure esemplari (santi, beati, ...) che hanno incarnato e trasmesso fino ad oggi il valore di questo allenamento prezioso. In concreto, l'Acr s'impegna a portare avanti il rapporto di amicizia iniziato nel 1993, tra gli acerrini italiani e i bambini di Sarajevo. In particolare, si vogliono sostenere le scuole interetniche in Bosnia Erzegovina, in modo da favorire quel processo di integrazione, che purtroppo in quei territori non si è risolto con la fine della guerra» spiegano ancora gli amici dell'Acr.


I ragazzi potranno partecipare attivamente a questa iniziativa, attraverso gli 'Accumuli di Pace'.


Nel corso del mese di gennaio, e poi durante le cinque feste, verranno infatti 'raccolti': minuti di Pace (tutto il tempo speso in qualunque modo per questa iniziativa); metri di Pace (tutte le marce, i passi, ecc. che si sono fatti per far conoscere questa iniziativa); euro di Pace (tutti i soldi che verranno raccolti per le borse di studio o per i centri sportivi); energia di Pace (tutte le altre fonti che è difficile quantificare, come l'impegno, le urla, ...). Il sito nazionale Acr www. azionecattolica.it /settori/Acr aggiornerà costantemente i quattro accumuli, con i dati che gli manderanno tutte le diocesi nel corso del mese della Pace.


Le offerte raccolte dai gruppi e durante le feste, verranno inviate dall'équipe Azione Cattolica Ragazzi della diocesi di Saluzzo alla presidenza nazionale dell'Azione Cattolica Italiana, che provvederà a destinarle ai vari progetti, eventualmente anche suddividendole in quote precise.


20,00 euro per l'acquisto di materiale e attrezzature sportive per le scuole interetniche; 50,00 euro per l'acquisto di libri e testi scolastici; 75,00 euro per sostenere le spese di studio di un amico/a di Sarajevo nelle scuole interetniche.


daniele isaia

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva - Cf. - Reg. Imprese CN n. 01893690048
Rea n. CN-142932
Direttore Responsabile: Mario BANCHIO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© SOCIETA' EDITRICE SALE E LUCE - SOCIETA' COOPERATIVA - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)