DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

I Cavaliewri d'Aleramo a Saluzzo


Giovedì 19, Luglio 2012
in  Cucina Piemontese



Giovedì 12 luglio, i cavalieri d'Aleramo sede Cuneo Nord, nel dehor dell'amico Pierre del bar Pellico di Saluzzo, hanno presentato i piccoli frutti del comune di Martiniana Po' trasformati per l'occasione in torte di frolla e crostate con marmellata di lamponi e di mirtilli realizzate espresse per l'evento. Alcune torte erano realizzate con i mirtilli canditi e la ricotta di capra del Caseificio Valform di Martiniana Po'.


Alla presentazione delle torte c'era la presenza del vice sindaco e consigliere provinciale Zetti Carolina e del sindaco di Centallo Panero Antonio ch ehanno collaborato attivamente perché le forze amministrative devono lavorare per i cittadini in una sorte di patto indiscindibile per allontanare il divario e distacco venuto a crearsi con il tempo, per dicerie e per la poca credibilità che vantano oggi i nostri politici in generis grazie ai continui scandali ad indirizzo esclusivamente di arricchimento personale. Curioso era osservare la gente che guardava ed era stupita che dei sindaci fossero parte attiva fra la gente, realtà molto lontana dalla nostra quotidianità. Le torte sono state tutte offerte ai passanti e turisti prsenti nel centro di Saluzzo nella manifestazione 'Negozi aperti edizione 2012'. Questa iniziativa è stata la prima con il bar Pellico di Slauzzo, ma altre novità ci sono all'orizzonte per far conoscere gli avventori del Marchesato, paese caduto nelle mani dei Savoia con il patto di Lyon del 1601. Gli Aleramici sono molto legati alla città di Saluzzo, inoltre il presidente Osella è nato nella città di Saluzzo. È una cittadina bellissima, ai piedi del Monviso ricca dicultura, opere d'arti e soprattutto gente gioviale che ti fa sentire a casa tua immediatamente. Non è necessario andare lontano per fare un turismo di cultura e d'enogastronomia, basta visitare Saluzzo per capire quanto si è perso nel tempo e quanto possiamo arricchirci visitandola... Le torte erano servite appositamente su piatti di ceramiche e con forchette di acciaio, e su questo punto non si è voluto cadere nel banale piattino di plastica e forchettina perché si sarebbe svalorizzato il grande lavoro che si andato a fare per realizzare le torte e soprattutto perché i piatti e le forchette si lavano e non si aumentano i rifiuti da smaltire. Le buone abitudini e tradizioni sono nuovamente da promuovere e soprattutto i piatti lavati servono anche a far capire che il cibo consumato era gradito perché diversamente sarebbe andato tutto cestinato talmente rapidamente senza neppur domandarsi: 'Sarà piaciuta la torta?'. I Cavalieri d'Aleramo, nuovamente hanno lavorato per difendere la cultura di un popolo e avere utilizzato tutte le risorse e sinergie del territorio per la buona riuscita dell'evento con la unica linea di pensiero di sempre'.


Credere e vivere per i propri ideali senza mai accettare i compromessi'.

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
Il Corriere di Saluzzo percepisce i contributi pubblici all’editoria.
Il Corriere di Saluzzo ha aderito tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) allo IAP - Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.


powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento