DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Il sindaco di Envie tradito dalla Lega


IL NUOVO GRUPPO POLITICO DI MELLANO

Giovedì 8, Marzo 2018
in  Valli Po e Infernotto


n e per il territorio: sono queste le motivazioni che hanno ispirato il passo compiuto dal sindaco di Envie Roberto Mellano, in sinergia di intenti con altri sostenitori che hanno condiviso le sue idee, sponsorizzando la nascita di un nuovo soggetto politico, tutto senza aspettare il risultato della tornata elettorale del 4 marzo. 
L'antefatto - L'ex responsabile piemontese degli Enti locali, ed ex assessore provinciale leghista era stato in predicato per una candidatura al parlamento e se ne era andato sbattendo la porta e chiudendo anche quella della sede di Barge, di cui lui era il mecenate. 
Ben sei sezioni della Lega: Saluzzo, Valli Po, Infernotto, Varaita, Belbo e Centallo avevano sostenuto la sua candidatura, poi accantonata. Roberto Mellano, classe 1958, era uno dei leghisti della prima ora, tesserato dal 1992, ed era in predicato per divenire il portacolori del Carroccio alle elezioni politiche. E così, dopo 25 anni, ha lasciato il Carroccio e assicura che tale e tanta è stata la delusione. 
Le conseguenze - Giovedì sera 1 marzo nello studio del notaio saluzzese Massimo Martinelli, Roberto Mellano, mosso da motivazioni per la 'non considerazione del territorio saluzzese', costituiva un nuovo soggetto politico: 'Liberi e Insieme per l'Italia dei Territori'. 
«Abbiamo dato vita a questa entità che intende proporsi come vera alternativa politica. Dopo molteplici sollecitazioni da parte di amici e persone legate al territorio, che hanno visto dimenticata l'area saluzzese dalla politica nazionale- afferma Mellano- abbiamo deciso di agire». 
La nuova realtà si prefigge di interpretare le esigenze dei territori, mediante persone che rappresentino le rispettive aree di appartenenza. Spiega il coordinatore Giuseppe Chiappero, assessore comunale enviese, già consigliere provinciale della Lega: «Non intendiamo affiancarci ad alcun partito o movimento esistente perchè i territori non sono né di destra né di sinistra. Attraverso un radicale cambio di mentalità- prosegue - vogliamo valorizzare, promuovere, difendere e fare emergere le varie eccellenze dei territori in tutti i settori, paesaggistico, culturale, architettonico e produttivo nel rispetto dei valori e dei principi democratico-liberali, delle radici dei territori e delle tradizioni italiane.» 
L'ambizioso progetto, che travalica l'ambito provinciale, vede tra i soci fondatori, amministratori della bassa valle Po e dell'Infernotto: Roberto Mellano, Giuseppe Chiappero, Marina Abbate Daga, Cristiana Nasi, Giuseppe Paolo Franco, Simone Franco,  Roberto Ferrero,  Adriano Pasquale Chialvo,  Pietro Chiaffredo Dagatti, Piero Roberto Chialvo,  Franco Calligari, Emanuele Caffer,  Roberto Reinaudo, Paolo Baravalle, con le cariche apicali  così distribuite: presidente Roberto Mellano, coordinatore politico Giuseppe Chiappero, segretario Cristiana Nasi e vice segretario Giuseppe Paolo Franco. 

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
Il Corriere di Saluzzo percepisce i contributi pubblici all’editoria.
Il Corriere di Saluzzo ha aderito tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) allo IAP - Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.


powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento