DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

In cosa consite essere Chiesa?


CONVEGNO PASTORALE DIOCESANO - Giovedì 22 fratel Enzo Bianchi

Giovedì 15, Settembre 2011
in  Vita Ecclesiale



SALUZZO- Giovedì 22 e venerdì 23 settembre si terrà il Convegno pastorale diocesano, che segna tradizionalmente l'inizio del nuovo anno pastorale per la comunità saluzzese.


Con il 2011-2012 si apre un nuovo percorso triennale; dopo aver riflettuto negli ultimi anni sul Battesimo, ora il tema dominante per i prossimi tre anni sarà la Chiesa.


Abbiamo rivolto alcune domande al Vescovo di Saluzzo mons. Giuseppe Guerrini.


Lei ha detto che nei prossimi tre anni saremo chiamati a riflettere sulla nostra appartenenza ecclesiale. Che cosa significa?


Significa che non si è cristiani da soli. La fede ci è pervenuta attraverso dei credenti in Cristo, che a loro volta l'avevano ricevuta da altri. Fin dall'inizio questa comunità di credenti è stata chiamata 'chiesa', una parola derivata dalla lingua greca che significa 'convocazione'. Nei secoli l'appartenenza alla Chiesa ha assunto sfumature diverse. Noi cercheremo in questi tre anni di riflettere insieme proprio per capire in cosa consiste l'essenziale dell'essere Chiesa.


'Memoria e profezia: comunità di credenti' è il tema che verrà sviluppato nel corso dell'anno pastorale 2011-2012...


Memoria fa riferimento al passato e noi veniamo da lontano. La nostra Chiesa saluzzese è nata 500 anni fa ma in realtà le comunità dei seguaci di Cristo sono apparse molto prima anche nella nostra terra. Non sappiamo ricostruire con precisione come il Vangelo sia giunto nella nostra regione. Probabilmente vi fu il contributo di monaci missionari ma anche di commercianti, pellegrini, militari... Facciamo memoria non per gusto di erudizione, ma per ringraziare e per cercare di essere fedeli al dono ricevuto.


Profezia invece fa riferimento al futuro. E' come dire che vogliamo andare lontano. Abbiamo ricevuto un dono che dobbiamo far fruttificare. Dobbiamo essere quindi molto attenti ad esprimere e vivere la fede in Gesù in modo coinvolgente. 'Chiunque segue Cristo, l'uomo perfetto, diventa lui pure più uomo' disse quasi cinquanta anni fa il Concilio. Dobbiamo capire (e testimoniare) che la vita cristiana non chiude orizzonti, ma li apre.


Come sempre sono stati individuati degli strumenti per l'anno pastorale: il libro dell'Apocalisse ed un'icona particolare. Qual è il significato di questi simboli?


Il libro dell'Apocalisse è un invito alla fedeltà a Cristo anche in tempo di difficoltà e prove. E' pertanto il libro della Chiesa che deve vivere in mezzo a tensioni ma senza perdere di vista il proprio Signore che nel linguaggio simbolico dell'Apocalisse è l'Agnello che permette di comprendere in quale direzione va la storia. Si tratta di una sfida perché l'Apocalisse è un libro difficile per il linguaggio ricco di immagini e di simboli e inoltre vi è l'equivoco che parli della fine del mondo. Parla invece proprio del nostro mondo.


Anche l'icona scelta vuole esprimere il legame intenso tra Cristo e la Chiesa. E' un'immagine che risale al VII secolo e proviene dall'Egitto, anche se ora è conservata al Louvre di Parigi. Rappresenta Cristo e l'abate Mena ed è anche conosciuta come l'icona dell'amicizia. Il messaggio sta tutto nel gesto di Gesù che pone la sua mano sulla spalla dell'amico. Il senso della Chiesa sta proprio nell'essere appoggiata a Gesù. Tutto il resto è sovrastruttura, soggetta a cambiare col tempo.


In che modo il cammino pastorale di quest'anno si rapporterà con il Giubileo dei 500 anni della diocesi di Saluzzo?


Proprio perché la diocesi è una porzione del popolo di Dio, è una Chiesa particolare, nella quale è presente e opera la Chiesa di Cristo. La diocesi non esaurisce la Chiesa, ma è parte organica della Chiesa. Non vogliamo quindi rinchiuderci nella nostra storia e nei nostri problemi, ma aprirci alla Chiesa universale.


E poi ci sarà anche l'inizio della sua nuova Visita pastorale nelle comunità della diocesi, che partirà in autunno...


La visita pastorale è stata un'intuizione vincente del Concilio di Trento, 450 anni fa, in un'epoca difficile, di sfilacciamento del tessuto ecclesiale. Anche oggi scopo della visita è rinsaldare i legami, affrontando insieme i problemi, incoraggiandoci a vicenda, cercando di conoscere la bellezza e la vivacità delle parrocchie, senza nascondere le fatiche e le stanchezze. E' un modo concreto per sentirci parte della stessa Chiesa.daniele isaia


Questo il programma:


Giovedì 22 settembre: Fr. Enzo Bianchi (Comunità di Bose): 'La differenza cristiana'. Una Chiesa umile e consapevole. Il relatore offrirà una lettura sapienziale della natura e della vocazione della Chiesa nel mondo, tra i rischi che corre e le sfide che non dovrebbe mancare una comunità locale.


Venerdì 23 settembre: dott. Luigi Accattoli (giornalista Corriere della Sera): 'Cerco fatti di vangelo'. Una Chiesa buona per l'Italia? Il giornalista offrirà una lettura propositiva della situazione della Chiesa italiana. Come è percepita la Chiesa? Quali atteggiamenti sono più apprezzati? Qual è la sua percezione del momento ecclesiale che stiamo attraversando? Laboratori di pastorale unitaria - Si terranno nelle giornate dell'8 e 15 ottobre presso il Seminario Vescovile. Gli incontri sono guidati dagli Uffici pastorali diocesani e saranno articolati in settori: catechesi e catechisti, operatori pastorale famigliare e preparazione al battesimo, operatori Caritas e volontariato, animatori gruppi giovani, animatori ragazzi e oratori, preparazione al servizio liturgico dei lettori, direttori e maestri di coro.Celebrazione diocesana - Sabato 15 ottobre ci sarà la Veglia Missionaria, come mandato missionario agli operatori pastorali che hanno partecipato ai laboratori. Alle ore 18,00 la celebrazione della Messa nella Chiesa di S. Agostino.

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
Il Corriere di Saluzzo percepisce i contributi pubblici all’editoria.
Il Corriere di Saluzzo ha aderito tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) allo IAP - Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.


powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento