DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Iva per cassa dal 1° dicembre


Giovedý 29, Novembre 2012
in  Consulenza legale



Secondo quanto stabilito dal D.M. dell'11 ottobre 2012 che ha dato attuazione al regime dell'IVA per cassa, il differimento del versamento dell'Imposta sul Valore Aggiunto sarà possibile con riferimento alle operazioni compiute a decorrere dal 1° dicembre 2012. L'Agenzia delle Entrate ha inoltre stabilito, con provvedimento del 21/11/2012, le modalità per esercitare l'opzione di adesione al nuovo regime. La stessa puó essere esercitata dai soggetti che nell'anno solare precedente hanno realizzato un volume d'affari non superiore ai 2 milioni di euro. In caso di inizio dell'attività nel corso dell'anno occorre far riferimento al volume d'affari che si presume di realizzare. L'opzione si desume dal comportamento concludente del contribuente e dev'essere comunicata nella prima dichiarazione IVA annuale da presentare successivamente alla scelta operata. Sulle fatture occorrerà indicare la dicitura 'operazione soggetta al regime dell'IVA per cassa ai sensi dell'art. 32-bis del D.L. 22 giugno 2012 n. 83', tuttavia il provvedimento del 21/11/2012 ha precisato che l'omessa indicazione di tale annotazione costituisce esclusivamente un errore formale e pertanto non pregiudica l'applicazione del regime prescelto. L'opzione ha effetto dal primo gennaio dell'anno in cui è esercitata o, in caso di inizio attività nel corso dell'anno, dalla data di inizio della stessa. Limitatamente al 2012 tuttavia, l'opzione comunicata con la prossima dichiarazione IVA, ha effetto per le operazioni effettuate a decorrere dal primo dicembre 2012. Il contribuente che opta per l'applicazione di tale regime, è vincolato ad applicarlo per almeno un triennio, salvo l'eventuale superamento del limite di volume d'affari (due milioni di euro come già precisato). Ai fini del computo del triennio, in caso di opzione esercitata per le operazioni compiute dal 1° dicembre 2012, quest'ultimo conta come primo anno e pertanto il vincolo per gli anni successivi riguarderà il 2013 e il 2014, mentre a decorrere dal 2015 il soggetto passivo d'imposta avrà la facoltà di abbandonare il regime dell'IVA per cassa e tornare al regime ordinario.


Dott.ssa Grazia Previti

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva - Cf. - Reg. Imprese CN n. 01893690048
Rea n. CN-142932
Direttore Responsabile: Mario BANCHIO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© SOCIETA' EDITRICE SALE E LUCE - SOCIETA' COOPERATIVA - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)