DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

L'Alzheimer, l'arte e il senso della vita


Giovedì 17, Maggio 2012
in  La Memoria del Cuore


La malattia di Alzheimer è un processo degenerativo cerebrale che provoca un declino progressivo e globale delle funzioni intellettive, associato ad un deterioramento della personalità e della vita di relazione. La persona affetta da questa malattia perde l'autonomia nell'esecuzione degli atti quotidiani della vita e diventa completamente dipendente dagli altri. Nelle prime fasi vi è coscienza della difficoltà nello svolgere le attività quotidiane e la normale vita di relazione e vengono adottate delle strategie che compensano i deficit.


Come è possibile parlare di arte, che secondo il sentire comune è associata ad una raffinata attività individuale, ad una abilità e sensibilità non comuni affiancandola ad una malattia che in primis distrugge le capacità cognitive?


L'arte, nel suo significato più ampio, comprende ogni attività umana - svolta singolarmente o collettivamente - che porta a forme creative di espressione estetica. Nella sua accezione odierna, l'arte è strettamente connessa alla capacità di trasmettere emozioni.


L'attività artistica si è ispirata alla malattia di Alzheimer, come si vede dalla produzione di artisti nei diversi campi: letterario, musicale, cinematografico ...; e l'attività artistica puó diventare una terapia essa stessa, se praticata dalle persone ammalate.


E' necessario osservare con uno sguardo diverso ogni attività, ogni prodotto, ogni espressione, sia essa materiale o   pensiero dei nostri cari o di coloro di cui ci prendiamo cura, perché sono un legame a volte tenue di consapevolezza che ci lega ancora ...  pur nello sfacelo della progressione della malattia.


.... Allora accompagniamo le persone affette da demenza nelle loro attività, a volte anche incoerenti, e accettiamole come espressione di sentimenti e di emozioni ... accettiamole come un disperato tentativo di restare agganciati al mondo ... accettiamo l'arte, intesa come espressione di emozioni, di legame con il mondo ...
L'arte puó essere usata come terapia nel mantenere, quando non è possibile ricuperare, i legami affettivi, le emozioni ...


Condividiamo la frase di Henry Miller 'L'arte non in- segna niente, tranne il senso della vita.' Senso della vita che troviamo nello stare accanto ai nostri cari e alle persone affette da questa terribile malattia di cui ci prendiamo cura.


Gianfranco Ghiberti

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
Il Corriere di Saluzzo percepisce i contributi pubblici all’editoria.
Il Corriere di Saluzzo ha aderito tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) allo IAP - Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.


powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento