DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

L'Istituto 'Vada' ai privati


VERZUOLO CEDERA' LA CASA DI RIPOSO - Seguirà le sorti del 'Maero' di Manta

Giovedì 10, Febbraio 2011
in  Valle Varaita



VERZUOLO- Anche la casa di riposo G. Vada seguirà a breve le sorti dell'istituto Maero di Manta la cui gestione è passata ad inizio anno in mano ai privati. Questa in estrema sintesi la sofferta decisione presa dalla Giunta verzuolese dopo aver più volte sondato diverse ipotesi per salvaguardare il carattere pubblico della struttura.


Era infatti luglio dello scorso anno quando, dopo le prime avvisaglie di una possibile privatizzazione, il sindaco Gianfranco Marengo aveva tranquillizzato sulla possibile cessione ai privati cercato di aprire nuovi spiragli e proponendo a diverse IPAB del territorio saluzzese una possibile unificazione con la struttura verzuolese.


«Purtroppo ció non è stato possibile- afferma Marengo- perché nessuna delle strutture interpellate si è resa disponibile ad intraprendere la fusione. Stante le valutazioni non positive del bilancio comunale e l'incidenza sullo stesso della gestione della struttura per anziani riteniamo non fattibile la continuazione della gestione della struttura da parte del comune oltre il 2011 e, valutate tutte le possibili alternative, siamo giunti a percorrere l'unica strada possibile: quella della cessione dell'attività assistenziale ai privati».


Il primo passo verso la cessione è avvenuto nel novembre scorso quando l'Amministrazione ha assegnato ad una ditta esterna l'effettuazione di una perizia di stima della Casa di Riposo e del relativo immobile ai fini della costituzione del diritto di superficie.


«Stiamo aspettando la perizia che dovrebbe arrivare in questi giorni- continua Marengo- dopo di che riconvocheremo la commissione bilancio e porteremo avanti l'ipotesi di cessione. Stiamo altresì cercando di introdurre alcune formule che ci consentano di mantenere un controllo pubblico su alcuni punti secondo noi fondamentali come per esempio le rette. Inoltre al contrario di quanto è accaduto a Manta la nostra idea è quella di non affittare ai privati la struttura ma di darla in concessione per 25 anni. In questo modo toccherà ai privati l'effettuazione della manutenzione dell'immobile e non sarà possibile spostare l'attività di assistenza dal fabbricato».


Altro punto dolente sono i 12 dipendenti comunali che attualmente operano nella struttura e che, con la cessione del ramo d'azienda passeranno inevitabilmente sotto il soggetto privato che si aggiudicherà la gara. «La questione dipendenti è un punto delicato, è nostra intenzione tutelare il più possibile il personale al fine che abbia il miglior trattamento possibile anche con il nuovo gestore» conclude il Sindaco.

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
Il Corriere di Saluzzo percepisce i contributi pubblici all’editoria.
Il Corriere di Saluzzo ha aderito tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) allo IAP - Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.


powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento