DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

L'illusione narcisistica


Giovedì 21, Febbraio 2013
in  Libera-Mente



'Quello sarebbe il progetto su cui avete lavorato tutta la notte?! Ah ah, potevate fare di meglio. Va beh, lasciatelo sulla mia scrivania. Potrà tornarmi utile per il fuoco. Adesso andatevene perchè il mio tempo è prezioso e con voi è sprecato!'


Finalmente Giorgio è solo col suo sigaro. La mediocrità dei suoi dipendenti non lo riguarda. Sa perfettamente dentro di sè che l'uomo di successo che è diventato è il frutto del suo valore, delle sue capacità e della sua superiorità. Il mondo non puó capire, ma soltanto ammirare le sue doti. Specchiandosi in questi pensieri, tra le nuvole di fumo di sigaro dello studio, Giorgio è così innamorato di se stesso da non immaginarsi nemmeno lontanamente l'amarezza e il senso di fallimento, la rabbia e l'umiliazione che in questo momento stanno provando Laura ed Enrico. Coloro che solitamente ama definire: 'Sottoposti'.


Fatica a rendersene conto, ma è come se le persone che lo circondano non manifestassero un interesse sincero nei suoi confronti, quanto piuttosto la necessità di tornaconti personali. 'Gli altri mi cercano perchè sanno che sono il migliore. Non sbaglio mai...' è la spiegazione più plausibile per lui di fronte a una solitudine occultata da relazioni fittizie. 'E se ti sbagliassi Giorgio? Se non fossi tu il migliore? Se fallissi...?' gli sussurra l'unica donna che lo abbia mai amato di un amore sincero, ma che lui non ha mai capito. Da cui non si è mai sentito attratto.


Se Giorgio vedesse quella parte di mondo, forse, sarebbe davvero la fine, ma la realtà che si è costruito è stata l'unica possibile. L'unica in grado di permettergli di sopravvivere fino ad oggi.


Immedesimarsi negli altri, per la storia che ha avuto, avrebbe comportato una sofferenza estrema. Non sarebbe stato possibile. Meglio di no. Meglio non sforzarsi di capire Laura ed Enrico. Meglio non accorgersi che quel senso di fallimento, quell'umiliazione e quella rabbia che i suoi 'sottoposti' stanno vivendo sono stati parte della sua vita. Di fronte a quel papà, uomo di successo, che tornava dal lavoro e che non aveva tempo per vedere i suoi disegni e, nelle rare volte in cui accadeva, la cosa più rincuorante che si sentiva dire era: 'Io alla tua età li facevo meglio. Gli altri lasciali sulla scrivania che li guarderó. Non ho tempo da perdere'.


Il narcisismo è una delle più grandi illusioni della nostra epoca, perchè si cela nell'incantesimo di rapporti umani parziali. Non esiste un 'me' senza un 'altro', perchè non avrebbe senso la vita. Forse, un giorno, Giorgio se ne accorgerà e la sofferenza estrema che ció comporterà potrà rappresentare l'alba di un nuovo giorno. Chissà... A volte la quiete prima della tempesta puó durare per anni. Per ora basta a se stesso.


Fabio Borghino

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento