DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

La colonna sonora dell'esistenza


Giovedý 21, Marzo 2013
in  Libera-Mente



Tutto ebbe inizio all'alba della vita... In un tempo che non era quello delle parole per raccontare di sè al mondo, nè di quella scrittura capace di fissare indelebilmente il pensiero nel sogno della permanenza. Ancora prima di trasformare il desiderio in azione e l'azione in movimento, in quello spazio così immenso ai nostri occhi che, un giorno, avremmo imparato a chiamare 'stanza'... Tutto ebbe inizio con la musica... Poesia... Danza di note all'unisono nell'armonia di melodie senza fine bramate più di ogni cosa, perchè capaci di soffiare sulla vela della ricerca della sintonia interpersonale. Cos'è questo intreccio ritmico di sette possibili sguardi sul mondo che ci siamo abituati a definire 'note'? Si puó parlare di linguaggio della musica? E, soprattutto, come puó influenzare dinamiche cerebrali e percorsi umani, ammesso che ció sia possibile?


La scienza ci sta mostrando l'esistenza di una predisposizione evoluzionistica alla musica presente già alla nascita. È come se nei neonati fosse disponibile la capacità di percepire differenze tra dissonanze e consonanze musicali. Perchè? Uno degli effetti premiati dall'evoluzione è risultato essere la sua enorme potenzialità comunicativo/espressiva sul piano emotivo. In tutto ció, la filogenesi (l'evoluzione dalla comparsa dell'uomo sulla terra ad oggi) ha sempre sostenuto le dinamiche in grado di favorire i processi di socializzazione e la musica ne è esempio lampante.


Investendo il cervello, una flebile melodia sarebbe capace di attivare sia le zone più profonde e primitive del tronco encefalico, che quelle più evolute corticali fronto- orbitarie ed insulari, in un tripudio integrato di circuiti neuronali conditi di dopamina (neurotrasmettitore attivo nei meccanismi di motivazione e ricompensa connessi al piacere).


Nell'attesa della parola, per un neonato, nulla è perduto. È nei profili melodici della voce di mamma avvolti nelle gravi sinfonie di papà; nei ritmi argentini di fratelli e sorelle plasmati nelle calde armonie delle storie dei nonni che quel piccolo imparerà a conoscere la sintonia con il mondo. Suoni senza tempo diventeranno lentamente parte della sua vita fino al giorno in cui queste cadenze innate e incontrate si vestiranno di parola... Parole che, lentamente, prenderanno il sopravvento dimenticandosi che di musica si nutrono. Da quel momento in poi, nonostante tutto, sarà lei ad accompagnare i nostri giorni con quelle sette magiche stelle nello spartito dell'esistenza, regalandoci la gioia di sfiorare con un dito l'infinito.


Fabio Borghino

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva - Cf. - Reg. Imprese CN n. 01893690048
Rea n. CN-142932
Direttore Responsabile: Mario BANCHIO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© SOCIETA' EDITRICE SALE E LUCE - SOCIETA' COOPERATIVA - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)