DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

La bellezza di un incontro


IL VESCOVO DAL PAPA - Conclusa la visita ad limina

Giovedì 15, Marzo 2007
in  Vita Ecclesiale



'Conferma i tuoi fratelli'. Più volte durante la visita ad limina mi sono ritornate alla mente queste parole del vangelo di Luca (22,32) rivolte da Gesù a Simon Pietro durante l'Ultima Cena. Confermare significa rassicurare, incoraggiare, guidare, confortare. Ed è quanto il Papa Benedetto XVI ha fatto con noi vescovi piemontesi, sia nel breve discorso che ha rivolto a noi e ai quasi quattromila pellegrini in S. Pietro, sia nell'incontro personale con ciascuno di noi.


Quali gli aspetti più significativi della visita ad limina?


Metterei al primo posto la preghiera sulle tombe degli apostoli. Oggi c'è Papa Benedetto perchè quasi duemila anni fa c'è stato un oscuro pescatore di Betsaida di Galilea, Simone di Giovanni, soprannominato Pietro. Sulla sua tomba abbiamo professato la fede che ci è stata trasmessa e che ha attraversato venti secoli. Fede che abbiamo professato insieme martedì 6 marzo, con i pellegrini delle 17 diocesi del Piemonte e Valle d'Aosta, nella basilica di S. Maria Maggiore, in una solenne concelebrazione presieduta dal Card. Poletto.


Poi c'è stato l'incontro col successore di Pietro. Mercoledì nella grande basilica vaticana il Papa ci ha esortati ad 'annunciare e testimoniare il Vangelo, nonostante le molte sfide dovute, nell'odierno contesto socio-culturale, alle tendenze agnostiche presenti in campo dottrinale, come pure alle pretese di piena autonomia etica e morale'. Rivolgendosi a noi Vescovi ci ha esortati a proseguire con coraggio, aiutando le nostre comunità a seguire fedelmente il Signore, valorizzando le loro potenzialità spirituali e i carismi di ciascuno.


Per me è stata particolarmente coinvolgente la breve udienza personale di giovedì 8. E' stato un colloquio di poco più di dieci minuti, iniziato in maniera un po' scherzosa, offrendo al Papa alcune bottiglie di Pelaverga e ricordando come una tradizione (per la verità non molto documentata) sostenga che il dono di due botticelle di questo vino, inviate da Margherita di Foix, avrebbero convinto il Papa Giulio II, sofferente di gotta, a istituire la diocesi di Saluzzo sul territorio del Marchesato. Dopo un breve accenno al Beato Giovenale Ancina siamo venuti a parlare dei problemi di oggi. Mi ha impressionato l'ascolto attento e paterno del Papa, che aveva letto una scheda riassuntiva della situazione della diocesi e che mi ha chiesto come si accorda la frequenza ancora alta ai sacramenti con una diffusa presa di distanza dalla dottrina della Chiesa in campo etico. Si è poi interessato della situazione dei giovani, delle vocazioni, dei preti. Ho colto in lui uno sguardo alla realtà che aiuta ad andare al cuore dei problemi, a cercare l'essenziale senza perdersi d'animo. Davvero ho visto realizzata la frase di Gesù: 'Conferma i tuoi fratelli'.


Sono stati utili anche gli incontri con alcune Congregazioni e Consigli, cioè le strutture con cui la Santa Sede governa la Chiesa universale. Ho notato un sincero desiderio di essere a servizio delle Chiese locali, con quella competenza ed esperienza che vengono in soccorso alle nostre piccole comunità. Il Vaticano non è fatto tanto da uffici quanto da persone, ognuna in cammino dietro al Signore. E sappiamo bene che è un cammino impegnativo per tutti.


Infine questa settimana è stata una bella esperienza di collegialità tra noi vescovi piemontesi. Sono stati giorni in cui abbiamo condiviso preghiera, riflessioni, esperienze. E' stata un'occasione per confermarci a vicenda nel servizio pastorale e tornare alle nostre diocesi rinfrancati.


La sintesi di tutto? E' bello essere cristiani, è bello far parte della Chiesa.


+ Giuseppe Guerrini

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
Il Corriere di Saluzzo percepisce i contributi pubblici all’editoria.
Il Corriere di Saluzzo ha aderito tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) allo IAP - Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.


powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento