DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

La responsabilità negli appalti. Nuova circolare dell'agenzia entrate


Giovedý 7, Marzo 2013
in  Consulenza legale



Lo scorso 1° marzo l'Agenzia Entrate ha emanato una importante Circolare, tornando sull'argomento inerente la responsabilità del committente, dell'appaltatore e del subappaltatore per i debiti fiscali, argomento che riguarda molte imprese ed in particolare quelle del settore edile.


Ma che cosa dice la disciplina in merito alla responsabilità negli appalti? La normativa (in specifico l'art. 13-ter del DL 83/2012 convertito nella L. 134/2012) stabilisce che l'appaltatore risponde in solido con il subappaltatore del versamento all'Erario: delle ritenute fiscali sui redditi di lavoro dipendente e dell'IVA dovuta dal subappaltatore in relazione alle prestazioni effettuate nell'ambito del rapporto di subappalto.


Anche il committente ha delle responsabilità: con la nuova disciplina si stabilisce che il committente provveda al pagamento del corrispettivo dovuto all'appaltatore, previa esibizione da parte di quest'ultimo della documentazione attestante che i versamenti all'Erario delle ritenute fiscali sui redditi di lavoro dipendente e dell'IVA, già scaduti, sono stati correttamente eseguiti.


La nuova disciplina si applica ai contratti di appalto e subappalto conclusi dai soggetti che stipulano i contratti nell'ambito di attività rilevanti ai fini IVA, dai soggetti IRES (le società, tanto per intenderci) e dagli Enti pubblici; sono esclusi i condomini ed i privati cittadini.


L'Agenzia delle Entrate ha poi fornito importanti chiarimenti sulla norma in oggetto.


In relazione alla documentazione che l'appaltatore/subappaltatore deve produrre per dimostrare il regolare versamento delle ritenute fiscali sui redditi di lavoro dipendente e dell'IVA, scaduti alla data del pagamento del corrispettivo, l'Agenzia afferma che puó essere utilizzata un'asseverazione di un commercialista ovvero un'autocertificazione dell'impresa.


Le nuove disposizioni in materia di responsabilità dell'appaltatore e del committente si applicano ai contratti di appalto di opere e servizi, indipendentemente dal comparto economico in cui operano le parti. L'Agenzia Entrate chiarisce quindi che la disciplina in oggetto non si applica solo al settore edile, ma a tutti i settori economici. Si specifica anche che la responsabilità è riferita alle sole fattispecie riconducibili al contratto di appalto, cioè a quel contratto, come recita il Codice Civile, 'col quale una parte assume, con organizzazione dei mezzi necessari e con gestione a proprio rischio, il compimento di un'opera o di un servizio verso un corrispettivo in danaro'.


dott. Mario Clericuzio

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva - Cf. - Reg. Imprese CN n. 01893690048
Rea n. CN-142932
Direttore Responsabile: Mario BANCHIO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© SOCIETA' EDITRICE SALE E LUCE - SOCIETA' COOPERATIVA - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)