DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

L'angolo tecnico - L'uso dei beni in condominio


Giovedě 30, Giugno 2016
in  Consulenza legale


Esiste un condominio ogni volta in cui un bene immobile, o porzione di esso, è in proprietà indivisa di più soggetti, chiamati condomini. Il codice civile e la riforma del condominio avvenuta negli anni scorsi lasciano libertà ai singoli condomini di intervenire privatamente sulle porzioni comuni, per trarne un proprio beneficio. Tale situazione di libertà è in realtà condizionata dal rispetto dei diritti degli altri condomini che, in buona sostanza, si possono riassumere in:
·    non alterare la destinazione e l'utilizzo del bene comune;
·    non creare pregiudizio all'uso del bene comune da parte di tutti i condomini;
·    non creare pregiudizio all'andamento estetico/architettonico dell'edificio.
E' chiaro che, qualora si vogliano apportare modifiche su beni comuni per l'utilità di un singolo condomino, il buon senso dovrebbe comunque precedere ogni normativa: ció nonostante sono molteplici le sentenze che trattano l'argomento, derivanti da situazioni di disaccordo causate spesso dal mancato rispetto delle incombenze dovute.
La sistemazione della prima tenda da sole in facciata necessita, ad esempio, del parere favorevole dell'assemblea condominiale che ne scelga il colore, la tipologia ed il tessuto; per chi successivamente volesse inserire in facciata una nuova tenda è dovuta la sola comunicazione all'amministratore del condomino circa l'inserimento della nuova tenda, nel rispetto della tipologia scelta precedentemente dall'assemblea.
Più complesso è il caso dell'apertura delle porte e/o finestre in facciata: in queste situazioni, soprattutto nel caso in cui le pareti siano con muratura portante, si consiglia vivamente di ottenere ogni volta il parere favorevole dell'assemblea condominiale ed occorre ogni volta dimostrare che la destinazione portante del muro non viene pregiudicata dalle opere.
La sistemazione di antenne sul lastrico solare è legittima solamente quando le sue dimensioni non pregiudichino l'utilizzo paritetico del lastrico comune; anche in questo caso occorre, come per le tende, il parere favorevole dell'assemblea.
In caso di disaccordo, gli eventuali danni arrecati al singolo non possono essere fatti valere in assemblea condominiale, ma in separata sede tra i singoli soggetti interessati.
            geom. Davide Galfrè

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva - Cf. - Reg. Imprese CN n. 01893690048
Rea n. CN-142932
Direttore Responsabile: Mario BANCHIO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© SOCIETA' EDITRICE SALE E LUCE - SOCIETA' COOPERATIVA - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)