DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

L'angolo tecnico: alle segnalazioni di abusivismo il Comune deve dare risposta


Giovedì 10, Luglio 2014
in  Consulenza legale


Qualunque cittadino puó, per tutelare i propri diritti e quelli dell'intera comunità, chiedere chiarimenti all'amministrazione comunale circa il rilascio di titoli abilitativi, ma esistono differenti casi per cui spetta o meno l'obbligo di risposta da parte del Comune.


Il caso è stato tratta da una recente sentenza, la n. 2228/2014, con la quale la IV Sezione del Consiglio di Stato ha puntualizzato che nel caso in cui il Comune riceva un'istanza di repressione di abusi edilizi da un cittadino che vuole tutelare il proprio specifico interesse di proprietario limitrofo al luogo in cui sta avvenendo l'abuso, esso ha l'obbligo di provvedere ad eseguire gli opportuni ed adeguati controlli e verificare l'effettiva presenza dell'abuso edilizio.


Se il Comune non produce un'esaustiva risposta assume una posizione negativa e censurabile in quanto gli spetta il dovere di dare un seguito alla richiesta di repressione dell'abuso, esplicitando la scorretta valutazione del richiedente o chiedendo al soggetto che sta eseguendo i lavori di ripristinare la situazione precedente l'abuso, in entrambi i casi con le dovute giustificazioni. La mancata risposta da parte dell'Amministrazione rappresenta un comportamento censurabile in quanto tale comportamento omissivo potrebbe comportare una presunta complicità con l'abusivismo che agevolerebbe il degrado edilizio.


A seguito di tutto ció occorre comunque precisare che per poter chiedere una risposta dal Comune in merito ad un presunto avvenuto abusivismo, deve esserci il presupposto di legittimità del richiedente che, oltre a godere di un diritto di titolarità su un bene ricadente nella zona interessata dall'abuso, non deve aver eseguito a sua volta opere abusive e non autorizzate presso il proprio immobile. In tal caso spetterebbe anche al richiedente demolire l'abuso ripristinando la situazione precedente così come autorizzata dall'Amministrazione comunale.


Per i diversi casi sanzionatori si richiama all'articolo 31 del D.P.R. 380/2001 ed ai vari regolamenti edilizi, norme tecniche d'attuazione e piani regolatori comunali ed intercomunali.


geom. Davide Galfrè

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
Il Corriere di Saluzzo percepisce i contributi pubblici all’editoria.
Il Corriere di Saluzzo ha aderito tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) allo IAP - Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.


powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento