DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Lavori in casa e detrazioni


Giovedì 19, Luglio 2012
in  Consulenza legale



Martedì 26 giugno è una data da ricordare per chi sta effettuando lavori in casa, in quanto segna l'entrata in vigore delle novità introdotte dal 'Decreto crescita e sviluppo' in merito alle detrazioni IRPEF spettanti per gli interventi volti al recupero edilizio: diventa data spartiacque tra le spese sostenute prima, soggette ai vecchi limiti del 36% e al tetto di 48.000 euro, e quelle sostenute dopo, soggette ai ben più consistenti limiti massimi di detrazione del 50% con una soglia raddoppiata pari a 96.000 euro. E' stato specificato inoltre che tale novità si applica, oltre che per gli interventi iniziati successivamente a tale data, anche per i lavori in corso, cioè iniziati precedentemente al 26 giugno e non ancora terminati.


Ai fini della detrazione del 50% vale il cosiddetto 'principio di cassa', cioè rileva il momento di pagamento della fattura delle spese, da effettuare rigorosamente con bonifico bancario o postale: pertanto, per gli interventi in corso di esecuzione effettuati da privati sulla propria abitazione, l'importo detraibile in 10 anni sarà pari alla somma del 36% dei bonifici effettuati fino al 25 giugno (con una spesa massima di 48.000 euro) e del 50% dei bonifici ordinati dal 26 giugno (fino a 96.000 euro). Questo vale anche se, alla data del 25 giugno, le spese sostenute e pagate con bonifico avevano già raggiunto il tetto massimo di 48.000 euro; se, invece, tale importo era già stato superato, le spese sostenute per importi superiori a 48.000 euro sono escluse da quelle detraibili, fermo restando che, se i lavori sono ancora in corso, i bonifici emessi dal 26 giugno al 30 giugno 2013 fruiscono comunque della maggiore detrazione del 50% fino al nuovo importo massimo di 96.000 euro.


La detrazione deve essere ripartita obbligatoriamente in 10 quote annuali di pari importo, non essendo più possibile beneficiare della facoltà di ripartire la detrazione entro un orizzonte temporale meno esteso dei 10 anni, come era in precedenza consentito a chi aveva superato i 75 e 80 anni.


Discorso analogo vale anche per le detrazioni delle spese sostenute dal 26 giugno 2012 fino al 30 giugno 2013 per le opere finalizzate al conseguimento di risparmi energetici, che si riducono dal 55% al 50%, ma che vedono tetti di spesa detraibile più elevati. Salvo ripensamenti, da luglio 2013 tale detrazione cesserà, unificando al 36% le detrazioni previste per gli interventi sulla casa.


dott. Marco Ballatore


CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
Il Corriere di Saluzzo percepisce i contributi pubblici all’editoria.
Il Corriere di Saluzzo ha aderito tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) allo IAP - Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.


powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento