DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

L'uovo risolutore


Venerdì 15, Novembre 2013
in  Leggere con gusto


Aprire il frigorifero e trovarlo vuoto, è disarmante, soprattutto se coniuge e figlio sono affamati, il volto affranto ed interrogativo. Sul tavolo non c'è nulla. Aprire il frigorifero e trovar l'idea... un uovo. L'omelette. Sempre gradito. E veloce da cucinare. Il profumo dell'omelette ha sempre il magico potere di farmi ricordare l'infanzia, la cucina risicata di mia madre che peró sapeva fare l'omelette in modo superbo. Lo rendeva una sorta di panzerotto ripieno di marmellata. E la marmellata a cottura ultimata fuoriusciva e lo lambiva, creava una specie di solco scuro. La marmellata era sempre, rigorosamente, di susine.


Così è l'omelette che Banana Yoshimoto descrive nel suo libro Il corpo sa tutto. La cucina di papà si intitola il racconto, imperniato su un ménage familiare in crisi, un papà che va ad abitare nella casetta in montagna, solo, una figlia che lo raggiunge per fare chiarezza nella sua vita e ritrovare un poco di pace. In quel silenzio, tra gli odori della pioggia che le infonde nostalgia, assapora l'omelette di papà. 'Quell'omelette con le cipolle, che avevo mangiato tante volte da piccola, era dolce e aveva un forte sapore di burro, e ci voleva una giornata intera per digerirla ma stranamente era squisita'. Qual è il segreto ? chiede la ragazza. 'Mettere il burro all'inizio, con gli altri ingredienti', risponde il padre. 'Non lo metti sul fondo della padella?' 'No, sul fondo della padella non bisogna mettere niente' aggiunge con fierezza lui. 'Non l'avevo immaginato. Perció ha quel gusto così denso. Ma è quello che la fa essere così buona'. Così una semplice omelette puó rendere la vita meno gravosa, anzi leggera.


L'uovo è l'alimento che evoca l'infanzia, il tuorlo sbattuto con tanto zucchero, leccornia preziosa, riservata ai giorni di festa. L'uovo è festa: pasqua, uova colorate, variopinte, di tutte le forme. L'uovo arricchisce i piatti, è decorativo, è una nota di colore vicino a cibi scipiti. Già Orazio lo esalta e preferisce le uova di forma bislunga, più saporite e più chiare di quelle tonde,' ma quelle col guscio duro nascondono un tuorlo maschio'. Crude o cotte, fritte o à la coque, sbattute o sode, le uova costituiscono la scenografia della tavola e, a seconda del nostro umore, assumono significati diversi, come nella vita se ne possono cogliere tanti: 'una quantità incredibile di scene, più numerose delle stelle, tante da non poterle ricordare a una a una, che inondano lo spirito' come dice la protagonista di Banana Yoshimoto, dopo aver gustato l'omelette di papà.

Cetta Berardo

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
Il Corriere di Saluzzo percepisce i contributi pubblici all’editoria.
Il Corriere di Saluzzo ha aderito tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) allo IAP - Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.


powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento