DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Maturità, panini e Coca Cola


Giovedì 27, Giugno 2013
in  Leggere con gusto


I giorni degli esami si ricordano anche per quello che si è mangiato o non mangiato.


Accade che sull'onda dell'ansia, della stanchezza, del cumulo di materie da ripassare o ristudiare, il cibo diventi secondario, se madri apprensive non fossero vigili con le loro spremute, uova sbattute con abbondante zucchero, gelati e una tazza di caffè nel primo pomeriggio. I giorni degli scritti sono pesanti, sei ore sono lunghe, eterne per chi non sa come risolvere un problema o tradurre una versione, brevi per chi intento a scrivere dimentica la fatica, soffoca la fame e tacita la sete. I giorni di attesa degli orali un eterno ciondolare tra scrivania, sofà e cucina, alla ricerca di qualche leccornia da sbocconcellare, per spezzare la monotonia dei ripassi.


Oggi, da ex, osservo con occhio ironico i maturandi e mi fanno tenerezza questi adolescenti lunghi lunghi che hanno tremori da fanciullo e rossori d'altri tempi. Sono fragili, oggi, poco attrezzati alle competizioni e agli esami, smarriti di fronte ai tanti errori del ministero che tutti gli anni si ripetono, con metodica frequenza. Sono ragazzi del terzo millennio che affrontano una prova dai riti antichi, a partire dalla ceralacca che il presidente deve apporre sui plichi: per la segretezza, ovviamente. Poco importa che a cinque minuti dall'apertura delle buste, su internet scorrano già i titoli e le risoluzioni!!! E che nei bagni siano affissi i risultati della prova più ostica, quella di Matematica. Tutti gli anni qualche episodio fa cronaca e si misura quanto questo esame sia non in sintonia con le sfide interplanetarie.


Ripenso alla mia maturità, al clima di gelo, agli sguardi feroci dei commissari, alle loro facce di cera, che non comunicavano nessuna emozione.


Noi, adolescenti di un liceo classico ottocentesco, eravamo infagottati in abiti ampi, sotto il ginocchio, non peccaminosi: i capelli un po' unti, tirati dietro le orecchie, il trucco inesistente, le scarpe basse per stare più comodi, una biro soltanto sul banco, e poi un panino che non finiva più. Mia madre mi aveva così corazzata per le sei ore del'elaborato di Italiano: un paninone al prosciutto e formaggio, una specie di baguette , per paura che patissi la fame.


Io lo sbocconcellavo di tanto in tanto: era troppo pesante, troppo prosaico, non andava giù. Il tema era mio, era bello, si doveva parlare di giovani e della loro condizione esistenziale. Partii da lontano, dalla generazione americana, dai romanzi che avevo letto, da Babbitt di Sinclair Lewis per arrivare ai miei tempi, alle mie rabbie represse e ai tanti sogni che affollavano la mia mente.


Avevo sete, sete di acqua, sete di parole.


Mia madre aveva pensato a tutto. Mi aveva dato una bottiglietta con dentro acqua e idrolitina. S'usava così, allora, era il segno della modernità, del consumismo, dell'effervescenza, Almeno in bottiglia.


Quel panino troppo grosso per la mia persona, ritornó a casa, con gran disappunto di mia madre che gridó allo spreco. Ma mi ispiró i versi di Carducci: 'Voglio un panino fresco/ e un pizzico di sale, /di buon sale tedesco, augurale, morale'. Quei versi non li scrissi, ma il tema voló. Con mia figlia cambiai stile. Frutta ci vuole, per avere la freschezza, per non appesantirsi. Le preparai un sacchetto con albicocca, mela tagliata, qualche ultima ciliegia. Quando arrivó a casa, mi disse con disprezzo: le mie compagne avevano barrette di cioccolato, quelle sì energetiche, io bagatelle.


I ragazzi del 2013 si armano di lattina alla coca e di un Kinder Ferrero, non sognano, ma paventano il futuro: l'Università è una specie di avventura. Correrla o no è il loro dilemma. Poi, a sera, con gli amici, davanti a una pizza ritrovano il gusto della vita. Il mondo è quello, tondo, largo, un po' filamentoso, ci si guarda e ... scoppia la risata.

 

cetta berardo

 

 

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
Il Corriere di Saluzzo percepisce i contributi pubblici all’editoria.
Il Corriere di Saluzzo ha aderito tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) allo IAP - Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.


powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento