DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Mente umana ed espressione artistica


Giovedý 6, Marzo 2014
in  Libera-Mente


Nell'incessante scorrere del suo tempo, la mente umana, talvolta, è ed è stata capace di imbattersi in processi di auto-cura di natura artistica. Ci sono casi in cui il dolore, invece che rispondere a se stesso con altro dolore, diventa meraviglia, nell'inconsapevole metamorfosi di urla strazianti dell'anima in poesia. In condivisione col mondo...


Nel silenzio delle fronde dei salici, dove cetre appese oscillavano lievi al triste vento di un olocausto che, con Quasimodo, ha bussato alle porte della coscienza e della storia per non dimenticare. Nei versi senza tempo di un amore perduto e di viole sbocciate che, in De Andrè, hanno ceduto il passo alla speranza sempre viva di nuovi inizi. Nell'impetuosa dolcezza di note partorite da un orecchio quasi sordo e assoluto che non cesserà mai di stupire, perchè Beethoven vive. Nel battito di un cuore colmo di rabbia come la batteria dei Nirvana. Nelle luci e nelle ombre di un passato imbevuto di violenza e così vivo in un Caravaggio capace di trasformare l'emozione fragorosa in tangibile realtà. Nel fantastico mondo di Narnia, celato in un armadio apparentemente vuoto, ma così tragicamente saturo di lacrime di orfano come quelle del suo creatore Lewis...


'Quindi l'arte per queste persone era un modo per dare senso al nero della loro storia? A quell'inaccessibile assenza di significato che talvolta accompagna l'uomo?


Se è così, allora, è necessario soffrire per regalare al mondo qualcosa di grande?'


'Diciamo vivere'


'Cos'è vivere dunque?'


'Forse vivere è amare. Avere almeno una volta nella vita sperimentato quel dolore lancinante che stritola il petto. In alcuni casi, anche una buona dose di angoscia senza scampo e senza nome. La dis-integrazione (dissociazione) psichica derivata dall'incontro con tutto questo è come un mare che ha come sponde incapaci di comunicare tra loro frammenti del Sè. Stati dell'Io. Particelle di quella misteriosa cosa che siamo numerosa e una. Da Borges a Pirandello... La terra di mezzo che Tolkien ha popolato di orchi, elfi, mannari e saggi alberi parlanti. Quel mondo interiore di violenza e desolazione, mistero e speranza, rimpianto per un padre stretto a sè per l'ultima volta a 4 anni da colui che sarebbe diventato l'artefice del 'Signore degli anelli'. L'arte è come un ponte capace di congiungere isole dell'anima...'


'Noi non siamo artisti. Siamo condannati a soffrire allora?'


'L'espressione artistica è uno fra i percorsi possibili. Comunicazione universale. Lasciatevi, dunque, trasportare dalla poesia. Scrivete. Inseguite giochi di colori con la pittura. Cantate. Danzate. Suonate! Il mondo ha bisogno di musica. Certe note, a volte, sembrano parlare di noi e per noi. Non dobbiamo fare altro che dare loro il tempo necessario per capirci. Nessuno ha il diritto di dirvi che non è roba per voi. Non date loro ascolto. Sarete già altrove. Ali spiegate nel bagliore splendente dell'aurora della libertà. Sarà quello il momento in cui avrete, voi soltanto, delle stelle che sanno ridere... Sarete piccoli principi e principesse. Non lo dico io. Ci ha già pensato Antoine de Saint Exupery...'.

Fabio Borghino

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva - Cf. - Reg. Imprese CN n. 01893690048
Rea n. CN-142932
Direttore Responsabile: Mario BANCHIO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© SOCIETA' EDITRICE SALE E LUCE - SOCIETA' COOPERATIVA - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)