DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Miss, mia cara Miss


Giovedì 1, Ottobre 2015
in  Fermo immagine


'Vorrei vivere nell'anno 1942'. Si, diciamo che l'esordio della nuova Miss Italia, non è stato dei migliori. Fisico sportivo, scolpito dalla passione per basket e moda. Due grandi e vispi occhi scuri, un taglio corto di capelli, che sa dare risalto soltanto a visi belli. 18 anni all'anagrafe.


Da tutto questo si sperava potesse uscire un pensiero migliore.


Ed ecco che l'Italia insorge indignata contro la sua miss.


Certo quelle parole sono un po' imbarazzanti.


Peró Miss Italia, se non ricordo male, è un concorso di bellezza. Viene premiata appunto la bellezza, quella estetica, che sfila su una passerella e buca un televisore. Quella che porterà la vincitrice a serate di gala e a pubblicità di acque della salute.


Se vuol essere qualcos'altro rispetto a cos'è, allora devono cambiare le regole e il senso.


Vanno inseriti dei test di ingresso per fare accurate selezioni.


Ma non mi risulta che i test (quelli truccati a parte) per entrare alla facoltà di medicina o per diventare avvocato richiedano la bellezza come requisito.


Appunto, a ciascuna selezione, i suoi requisiti, necessari per il ruolo che sarà.


Per carità, Alice poteva dire cose più intelligenti, siamo tutti d'accordo.


Ma Totti viene valutato per come usa i piedi. Federer per come colpisce una pallina. Rita Levi Montalcini per le sue ricerche. Dostoevskij per come scrive. Pavarotti per la sua voce.


A ciascuno il suo.


Ovvio che se poi le persone hanno più qualità insieme, tanto meglio.


Trovo che dovrebbe scandalizzare di più, ad esempio, che un politico (per le funzioni e la responsabilità che ricopre, per l'effetto mediatico che ha e per lo stipendio pubblico che percepisce) non conosca la costituzione, non sappia cos'è la TAV o l'articolo 18, non conosca il trattato di Maastricht, non ricordi quando sia caduto il muro di Berlino, non sappia chi ha scritto lo Zibaldone, non parli correttamente l'italiano.


'Vorrei vivere nel 1942': anni duri quelli.


Conosco molto bene una persona che è nata in quell'anno.


Venire al mondo nel 1942 è un gran gesto di bellezza: decidere di generare una vita nonostante guerra e povertà.


E meno male, perché senza quel gesto, oggi non sarei qui.


albiabba@libero.it

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
Il Corriere di Saluzzo percepisce i contributi pubblici all’editoria.
Il Corriere di Saluzzo ha aderito tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) allo IAP - Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.


powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento