DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Mons. Nosiglia guiderà la Diocesi di Torino


NOMINATO IL NUOVO ARCIVESCOVO - Attualmente è vescovo di Vicenza

Giovedì 14, Ottobre 2010
in  Vita Ecclesiale



TORINO- 'Lascio una città complessa, ma stupenda. Una diocesi ricca di carismi e di santità che ho amato e dove mi sono sentito accolto. Auguro a mons. Cesare Nosiglia che si trovi bene a Torino come è accaduto a me'.


Sono le prime parole 'a caldo' del card. Severino Poletto dopo l'annuncio ufficiale della nomina, voluta da Benedetto XVI, di mons. Cesare Nosiglia a nuovo arcivescovo di Torino. La notizia è stata diffusa, lunedì alle 12, in contemporanea a Torino e a Vicenza (dove mons. Nosiglia è vescovo da sette anni). Una data significativa per la Chiesa: 48 anni fa l'11 ottobre si aprivano i lavori del Concilio Vaticano II.


'Il primo sentimento che ci nasce nel cuore- ha detto il card. Poletto nel suo messaggio alla diocesi - è di sincera e grande riconoscenza al Santo Padre, che ha voluto inviare come Pastore a Torino un Vescovo dotato di una non comune preparazione culturale e di lunga esperienza pastorale'.


Mons. Cesare Nosiglia, 66 anni, è il 102° vescovo della diocesi dopo San Massimo, appartiene al clero di Acqui terme, di origine genovese, è sacerdote dal 1968 e vescovo dal 1991. Ha alle spalle una lunga esperienza pastorale e culturale in vari ambiti della Cei (tra cui l'ufficio Catechistico). Da pochi mesi è il vice del Card. Angelo Bagnasco per il Nord-Italia.


Il card. Poletto dal pulpito della Consolata 'cuore della diocesi' ha assicurato: 'mi sento molto sereno e gioioso nel consegnare il pastorale ad un Vescovo amico e che stimo, perché so che verrà per continuare quel lavoro che con tanta convinzione e senza risparmio di tempo e di energie ho cercato di fare in questi undici anni per costruire insieme il Regno di Dio'.


Parlando con i giornalisti il card. Poletto ha ricordato che gli undici anni a Torino 'sono stati molti intensi. Ho cercato – ha detto- di vivere le ferite e le problematiche della città offrendo la mia piccola collaborazione, prima di tutto con la preghiera e con suggerimenti e richiami alla riflessione per una reciproca collaborazione nel segno della speranza'.


Tra i primi messaggi di benvenuto c'è quello del presidente della Regione, Roberto Cota: 'Esprimo il più caloroso benvenuto a nome mio e di tutti i piemontesi al nuovo arcivescovo di Torino, monsignor Cesare Nosiglia, augurandogli buon lavoro e offrendogli sin d'ora tutta la mia collaborazione. Al contempo colgo l'occasione per manifestare tutto il mio ringraziamento e la mia stima al cardinale Poletto per il lavoro svolto nell'interesse della comunità piemontese'.

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
Il Corriere di Saluzzo percepisce i contributi pubblici all’editoria.
Il Corriere di Saluzzo ha aderito tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) allo IAP - Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.


powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento