DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Nuovo look per il museo di Casa Cavassa


Giovedì 12, Aprile 2018
in  Saluzzo


SALUZZO- La sala delle Alleanze del museo civico di Casa Cavassa si rifà il trucco. 
Nelle prossime settimane è previsto l'inizio del cantiere per il restauro del soffitto ligneo, dei dipinti a secco e degli intonaci custoditi all'interno della seconda stanza lungo cui si snoda il percorso di visita al museo.
La sala è chiamata 'Sala delle alleanze' perché nel fregio, dipinto tra il 1500 ed il 1520 e restaurato da Giacomo Canova nel 1889-1890, sono inseriti gli stemmi che ricordano le alleanze realizzate dai Cavassa, attraverso i matrimoni, con altre famiglie nobili del territorio piemontese.
L'intervento segue quello del 2016, quando si era messo mano alla sala 5, dedicata alla marchesa Margherita De Foix, che ospita la pala dipinta della Madonna della Misericordia, capolavoro di Hans Clemer. «I lavori sulla sala delle Alleanze- dice Daniela Grande responsabile della promozione del territorio del Comune di Saluzzo- sono urgenti, considerando il fatto che le pareti sono ancora ricoperte con tinte sintetiche utilizzate negli anni '80, che impedivano la corretta traspirazione, come è possibile vedere in alcuni punti».
Il piano di interventi tiene conto di uno studio complessivo in accordo con la Soprintendenza, progettato nel 2010, in base al quale vengono programmati i lavori da eseguire.
Tra il 1500 ed il 1600, la stanza era utilizzata dalla famiglia Cavassa come sala da pranzo.
Alle pareti ci sono alcuni affreschi provenienti da chiese, cappelle, piloni e palazzi del territorio di Saluzzo. Molti di questi edifici oggi non esistono più e già nel 1889 si trovavano in gravi condizioni di degrado.
Per questo il marchese Tapparelli ordinó alla ditta Steffanoni di Bergamo di recuperare gli affreschi con la tecnica dello 'strappo' e decise poi di esporli presso Casa Cavassa come testimonianza dell'arte del Marchesato di Saluzzo.
I lavori sono stati divisi in due lotti: il primo comprende il restauro del soffitto ligneo ed è stato affidato alla ditta Doneux e soci Scrl di Torino per un importo totale di 15.180 euro (di cui 8.000 per gli oneri di sicurezza).
Il secondo lotto è stato affidato alla Temporestudio snc d Bandito (che già si era occupata della sala 5), per un importo di 24.816 euro di cui 6.480 euro per le pareti decorate, 16.080 euro per le pareti neutre e 960 euro per gli oneri della sicurezza. 
La spesa totale di 31.506 iva esclusa, è stata coperta grazie ad un finanziamento della Fondazione Cassa di Risparmio di Saluzzo.
fabrizio scarpi

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
Il Corriere di Saluzzo percepisce i contributi pubblici all’editoria.
Il Corriere di Saluzzo ha aderito tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) allo IAP - Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.


powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento