DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Ora i 'Ciciu' sono a pagamento


VILLAR SAN COSTANZO

Mercoledý 27, Marzo 2013
in  Valle Maira


VILLAR S. COSTANZO - A gestire i servizi di informazione e accoglienza turistica alla Riserva Naturale dei Ciciu di Villar San Costanzo, a partire dal 31 marzo e fino al 13 ottobre 2013, sarà la Pro Villar. È quanto emerge dalla convezione sottoscritta dal sodalizio villarese e dal Parco del Marguareis, titolare della riserva, che continuerà comunque a curare la manutenzione dei sentieri, delle aree e delle strutture.
Una scelta dettata, in prima battuta, dai tagli ai trasferimenti regionali all'Ente Parco. Il Presidente, Armando Erbì, nel 2012, durante l'ultima visita al parco, sottolineava come «la Riserva dei Ciciu del Villar rappresenti una realtà fondamentale per la promozione economica e turistica del territorio», confermando peró che le ristrettezze del bilancio regionale avrebbero imposto scelte difficili. Come l'assenza di presidio da parte dei guardiaparco.
Una 'dismissione', quella in atto nella riserva villarese, che ha peró trovato un paracadute nella voglia e nell'entusiasmo della Pro Loco.
«Grazie ad un gruppo di volontari- spiega il Presidente, Enrico Golè - fin dal 31 marzo gestiremo la riserva e la sua promozione. Il centro visite diventerà la base operativa delle attività. Per far fronte alle spese e prospettare uno sviluppo virtuoso sarà introdotto un biglietto di ingresso alla riserva. Il costo è stato fissato in 3 euro, ridotto a 2 euro per gruppi organizzati oltre le 20 persone e per le scolaresche. Ingresso gratuito per i bambini in gruppi familiari fino ai 12 anni compiuti, per portatori di handicap, tesserati Pro Loco e residenti a Villar San Costanzo».
Una novità nella storia più che ventennale della riserva, iniziata nel 1989. Fu l'allora Sindaco Biglione a guidare la nascita di un'area protetta di 64 ettari con più di 300 colonne di erosione uniche in Piemonte e una ricchezza floristica stimata in 300 specie. Nel 1990 iniziarono i lavori. Il Parco venne attrezzato di segnaletica e percorsi, cominció la promozione sulle riviste specializzate e nelle scuole piemontesi. I risultati non tardarono ad arrivare. Secondo le stime del tempo, l'attività turistica raddoppió nel giro di pochi anni, passando dalle 6000-7000 visite annue di fine anni '80 alle oltre 18.000 visite annue degli anni '90.
Poi, a causa dei budget sempre più risicati del settore parchi, con conseguente riduzione delle attività, l'inversione di tendenza. Ed il calo inesorabile del numero di presenze. Ora il rilancio, in prospettiva, grazie all'attività della Pro Loco. E un costo: tre euro di biglietto.
Info: www.provillar.it - riservadeiciciu@provillar.it

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva - Cf. - Reg. Imprese CN n. 01893690048
Rea n. CN-142932
Direttore Responsabile: Mario BANCHIO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© SOCIETA' EDITRICE SALE E LUCE - SOCIETA' COOPERATIVA - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)