DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Panettone estivo, uno scherzo?


Giovedì 9, Luglio 2015
in  Leggere con gusto


A dirlo pare uno scherzo, oppure una stravaganza chic per ghiottoni opulenti. O semplicemente un divertissement. Sta di fatto che con il caldo opprimente, che porta a cibarsi di alimenti leggeri e freschi, parlare di panettone estivo suona uno scherzo.


Eppure la notizia è vera, suffragata da eventi che ne sanciscono la riuscita, come la festa del panettone a Borbona, in provincia di Rieti, che ricorre tutti gli anni a ferragosto


Malgrado le perplessità di alcuni, il dolce meneghino in estate è un simbolo del made in Italy e di innovazione della tradizione. C'è chi lo ama tutto l'anno, in particolar modo in estate, c'è chi invece contesta il panettone 365 giorni all'anno perché infrange la tradizione natalizia. De gustibus non est disputandum, ma c'è un aforisma scritto nella cantina di un bravo viticoltore langarolo che dice: «La tradizione è un'innovazione riuscita».


Il panettone, orgoglio dell'intera penisola, pur rimanendo una costante presenza delle feste natalizie, sempre di più continua a farsi riconoscere anche come dessert estivo, ideale da consumare sotto l'ombrellone' magari con il gelato. E'diventato la palestra di creatività di molti pasticcieri che si sbizzarriscono nella combinazione e nella ricerca di ingredienti fantasiosi e light per renderlo più compatibile con il solleone. Frutta e gelato, in primis, ma non solo, anche erbe aromatiche e spezie rientrano tra le componenti. E le creazioni sono sempre più assortite: cioccolato e peperoncino, olive, fichi secchi, basilico, albicocche, ananas, pesche. Un panettone diverso, con ingredienti freschi (soprattutto con la frutta di stagione: limone, fragola, arancia, anche esotica: ananas, mango eccetera), servito con gelato o con creme a base di zafferano. Dunque le tradizioni si possono 'inventare', come così bene è stato documentato nel libro L'invenzione della tradizione, a cura di E.J. Hobsbawn e T. Ranger: oltre a San Biagio, alla festa degli innamorati, alla festa della mamma ecc... si puó pensare anche alla festa del Panettone di ferragosto! A parte le considerazioni antropologiche sul concetto di tradizione, il panettone 'tutto l'anno' ha portato benefici all'economia, ha dato fiato soprattutto alle pasticcerie artigianali che nei mesi estivi vedono sempre una riduzione delle vendite. Anzi l'estate è divenuta molto importante, come conferma Roberto Rinaldini, pasticciere riminese con punti vendita anche in altre città turistiche, proprio per la richiesta da parte degli stranieri che hanno eletto come souvenir dell' Italia appunto il panettone. Ebbene fino a qualche anno fa il business lo avevano compreso soltanto i pasticcieri svizzeri del Canton Ticino, antesignani del panettone, ora l'idea si sta estendendo. A scapito dei chili di troppo.

 

cetta berardo

 

 

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
Il Corriere di Saluzzo percepisce i contributi pubblici all’editoria.
Il Corriere di Saluzzo ha aderito tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) allo IAP - Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.


powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento