DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Perché... il deserto fiorià


QUARESIMA DI FRATERNITÀ

Giovedì 6, Aprile 2017
in  Vita Ecclesiale


Il 15 settembre scorso è nata una nuova missione della Comunità Cenacolo peruviana, battezzata con il nome 'Señor de los Milagros'. Dopo due missioni in favore dei bambini abbandonati è la prima nostra casa in Perù per giovani in difficoltà, segnati dalla schiavitù delle dipendenze sbagliate. La storia che ci ha portati a questa nuova apertura è veramente... un miracolo di nostro Signore! Dopo aver aperto alcuni centri nelle terre del Brasile e dell'Argentina per i giovani persi nella droga e nell'alcool, speravamo di poter rispondere alle richieste di tante persone in Perù che ci chiedevano aiuto per i loro figli...
La proprietà si trova nei pressi della cittadina di Supe, a tre ore di macchina dalla capitale Lima, seguendo la strada panamericana in direzione nord. Si arriva alla bella città di Huacho, sede della Diocesi nella quale si trova la nostra fraternità, e proseguendo ancora per trenta minuti si giunge nella zona archeologica di Caral, dove è stata scoperta una civilizzazione antichissima, antecedente gli stessi Incas e Maya. Lì vicino c'è il 'pezzo' di deserto, alcuni ettari di sabbia, dove la Provvidenza di Dio ci attendeva. I nostri ragazzi hanno iniziato questa 'sfida' con tanto entusiasmo e spirito di sacrificio. Hanno iniziato la missione dodici ragazzi, provenienti da Perù, Argentina, Brasile, Messico e Italia, giovani che hanno accolto l'invito di iniziare questa nuova missione. Responsabile della missione è fratel Denis, slovacco, fratello consacrato nella Comunità Cenacolo. 
Ad attenderli nel deserto c'erano già alcune 'casette' di legno che gli amici hanno provveduto a preparare e che i nostri missionari hanno collaborato ad installare ed 'arredare' con qualche semplice letto a castello e qualche scaffale di legno. Due casette sono stanze da letto, mentre in quella che è la prima cucina provvisoria sono stati sistemati un fornellino e un lavandino. A valle del terreno scorre l'unico canale di acqua proveniente da una diga costruita tra le lontane montagne dell'entroterra e che fornisce l'acqua ai contadini di questa zona per poter coltivare, a valle del canale, il mais, la canna da zucchero e qualche verdura e pianta da frutto tipica del luogo. La prima 'opera' che la Provvidenza ci ha donato attraverso un'associazione italiana benefica trentina è stata la costruzione di una 'riserva d'acqua', una specie di piccolo bacino artificiale costruito nel punto più alto della proprietà che viene riempito con una pompa che dal canale spinge su l'acqua, che poi per 'caduta' scende nella zona delle casette dove i ragazzi hanno iniziato così a coltivare un po' di orto e a realizzare un piccolo frutteto. Siamo nell'attesa di poter attivare un depuratore che alcuni benefattori hanno provveduto, già piazzato sotto la riserva d'acqua, che dovrebbe purificare l'acqua e garantire non solo ai nostri giovani, ma anche al popolo di Huaralica, la certezza di poter bere acqua buona e potabile! 
Siamo certi che la grazia del Signore e l'impegno del lavoro nel sacrificio trasformeranno questo deserto in un giardino: 'il deserto fiorirà' e sarà un segno vivente che l'amore di Dio è capace di far rifiorire vite di giovani che erano morte e aride, sole e disperate.
I ragazzi della Comunità Cenacolo 'Señor de los Milagros' di Supe

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento