DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Perplessità sul nuovo Itis


Parlano gli studenti dell'Agrario di Verzuolo

Giovedì 7, Giugno 2018
in  Valle Varaita


VERZUOLO - La scorsa settimana, nel Consiglio comunale di lunedì 28 maggio, è stato approvato all'unanimità il progetto per la costruzione del nuovo immobile atto ad ospitare in futuro l'Itis. La sede scelta per l'edificazione della nuova scuola sarà in via IV Novembre, ovvero all'interno dell'area che attualmente ospita l'Istituto Agrario. Il progetto approvato durante il Consiglio verrà presentato dalla Provincia al bando per il finanziamento in scadenza l'11 giungo prossimo. 
Alla luce di questa notizia, gli studenti dell'Istituto Agrario, supportati dagli insegnati, hanno deciso di rendere pubblica la loro opinione in merito all'eventuale costruzione della nuova struttura. 
Capofila di questa iniziativa sono gli studenti della classe 5ªB della sezione 'Trasformazione dei prodotti agricoli', supportati dalla prof.ssa Bori, docente di biotecnologie, e dal prof. Piva, insegnante di gestione dell'ambiente.
In un'analisi dei 'pro e dei contro' effettuata dagli studenti, è emersa la seguente situazione: se da un lato la costruzione di una nuova struttura comporterebbe la creazione di aree dedicate a servizi che attualmente mancano all'Istituto Agrario (ad esempio una mensa e una palestra) dall'altro lato creerebbe una situazione che potrebbe compromettere in buona parte le attività didattiche. Un'analisi fatta dagli studenti sulla base di una carta litotecnica del Comune di Verzuolo, in possesso della classe per via di un precedente progetto sul paesaggio e l'ambiente, definisce il terreno preso in considerazione per la costruzione come 'Deposito detritico colluviale', con presenza di una falda superficiale che se tappata potrebbe creare problemi per l'agricoltura circostante. «Non si evidenzia un'impossibilità a trasformare, ma i dubbi sulla qualità del terreno sorgono. Il terreno con i giusti accorgimenti, è vero che puó permettere la costruzione di un edificio, ma con possibili effetti negativi. Il terreno in oggetto è usato per i campionamenti, lezioni sull'ambiente e gestione delle aree verdi» spiegano gli studenti e gli insegnanti. 
Gli studenti intravedono ripercussioni negative non solo all'Istituto Agrario, ma anche alle aziende private che operano nei terreni circostanti, che hanno adottato politiche agricole biologiche che non devono essere contaminate. 
Ulteriore perplessità sollevata da studenti e insegnanti riguarda il tema sulla viabilità, trattato secondo la loro opinione in maniera superficiale. La viabilità è definita come «difficoltosa», prendendo in considerazione il passaggio attuale di oltre duecento studenti, senza contare personale e insegnanti. Oggi buona parte del piazzale è già pieno ed un'eventuale modifica del tratto in salita per permettere un accesso più facilitato ai pullman puó portare ad una riduzione della superficie dei frutteti che vengono usati per le attività didattiche. «La viabilità non è un problema da affrontare in futuro, nella sua fattibilità andava affrontato prima, anche perché se i progetti di modifica per la viabilità non sono fattibili, non sappiamo cosa puó succedere e cosa si farà» spiega la prof.ssa Bori.
«Ci dispiace - dichiara il gruppo di studenti della classe quinta - immaginare quello che per noi sarà un 'mostro' di cemento qui vicino. Inoltre pensiamo anche ai ragazzi che verranno qui a studiare in futuro e si perderanno questo ambiente naturale».
michele gianaria

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
Il Corriere di Saluzzo percepisce i contributi pubblici all’editoria.
Il Corriere di Saluzzo ha aderito tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) allo IAP - Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.


powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento