DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Premiati per la 'Bella vigna'


COLLINE SALUZZESI - Riconoscimento a Occelli e Ponzio

Giovedì 3, Novembre 2011
in  Valle Varaita



COSTIGLIOLE - Serata particolarmente riuscita quella che ha caratterizzato la premiazione del concorso 'la bella vigna', dedicata al riconoscimento dei migliori vigneti del territorio delle Colline Saluzzesi.


La magnifica cornice del salone d'onore di Palazzo Giriodi di Costigliole Saluzzo e la presenza di ospiti di primo piano hanno sicuramente contribuito ad esaltare questa cerimonia, fortemente voluta dagli organizzatori del 'Festival delle Colline Saluzzesi Doc' in onore dei viticultori locali e dei loro prodotti di assoluta eccellenza.


Il responso del concorso è arrivato dopo 150 giorni di osservazioni, visite, giudizi e lavoro della commissione esaminatrice, presieduta dall'Assessore all'Agricoltura della Città di Saluzzo, Cinzia Aimone e composta da Livio Allisiardi, vice Sindaco e Assessore all'Agricoltura del Comune di Costigliole Saluzzo, Fabrizio Rapalino, responsabile vitivinicoltura della Coldiretti, Roberto Abellonio, direttore di Confagricoltura Cuneo, e Claudio Capitini, titolare dell'Agri Valle Bronda e sponsor del premio.


In particolare sono stati cinque i parametri in base ai quali sono state scelte le migliori coltivazioni: la gestione del suolo, l'impianto del vigneto, la gestione del verde, difesa e stato sanitario delle viti, qualità dell'uva.


I vari sopralluoghi, che sono stati caratterizzati dall'applicazione di un severo regolamento che ha avuto la supervisione della massima ampelografa italiana, Anna Schneider e dei due commissari ad honorem, Lido Riba, Presidente UNCEM e Renato Girello, giornalista Rai ed esperto di eno-gastronomia, hanno permesso di stilare una classifica tra 14 impianti con caratteristiche di elevate qualità di coltivazione.


Tra questi si sono aggiudicate il premio assoluto la vigna gestita da Giovanni Carlo Occelli di Castellar e la vigna gestita da Franco Ponzio di Verzuolo, che si sono meritate parole di stima e di ammirazione per la passione, la dedizione ed i risultati ed il prodotto di assoluto valore, ottenuti, anche in considerazione delle difficoltà nell'operare in un ambiente particolarmente difficile.


Riconoscimenti particolari sono andati anche ai vigneti coltivati da Aurelio Giordanino, Lidia Borretta, Alessandro Reyneri, Marco Giordanino, Emidio Maero, Diego Chiotti, Collino, Teresa Cavallo, Pier Maria Bottero, Marco Occelli, Dario Tomatis e Giampiero Fornero.


nicola carrino

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
Il Corriere di Saluzzo percepisce i contributi pubblici all’editoria.
Il Corriere di Saluzzo ha aderito tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) allo IAP - Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.


powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento