DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Prendetevi cura di me


Giovedì 24, Gennaio 2013
in  Libera-Mente



'Cos'hai Caterina? Perchè stai piangendo? Cos'è successo? Raccontami. Sono qui con te...'. Queste parole non sono che pensieri al vento. Come foglie d'autunno senza prato su cui posarsi silenziose. Non c'è nessuno in quella stanza. Le lacrime di Caterina solcano lente il suo viso. Si dissolvono sul tavolo. Come sarebbe bello se quel: 'Raccontami. Sono qui con te...' non fosse una fantasia e vicino a lei ci fosse davvero qualcuno capace di capirla senza giudicarla. Sarebbe persino un po' strano per una come lei, che non ha mai chiesto aiuto, che ha sempre anteposto i bisogni degli altri ai propri, che si è sempre sacrificata per il mondo intero.


Nascere in una famiglia numerosa, a quei tempi, era abbastanza normale. Il destino ha voluto che fosse proprio lei la maggiore dei propri fratelli e sorelle e la vita ha fatto il resto. In famiglia c'era a malapena il pane per tutti e, quei rari casi (magari a Natale) in cui una piccolissima barretta di cioccolato fondente capitava in casa, era una festa. Che fatica tagliarla in pezzettini così minuscoli da sembrare quasi trasparenti per tutti i fratellini e le sorelline. 'E per te Caterina? Non ce n'è più?'. 'Non ti preoccupare. Oggi non ho voglia...'


Abbiamo tutti bisogno di affetto, di cure, di sollecita attenzione, perchè la natura umana, vestita di mente e di corpo, si nutre di tutto questo dall'alba della vita. Non saremmo qui se non avessimo incontrato degli occhi innamorati capaci di pensarci. Delle carezze divertite nel plasmare la forma del nostro corpo. A volte è come se la vita ponesse davanti a questo cammino di bisogni innati, che continua anche nell'età adulta, ostacoli che non possiamo che amare, proprio come i fratellini che Caterina ha cresciuto, ma quanta sofferenza taciuta... Anche a lei sarebbe piaciuto sentirsi avvolta in un abbraccio capace di sorreggerla quando il mondo sembrava calpestarla, di rassicurarla quando la vita faceva paura, di rialzarla dalle cadute, ma questo è ció che lei è sempre dovuta essere per i suoi piccoli.


Oggi, in quelle lacrime, sta riversando il nero dell'incomprensione. Da molto tempo, ormai, prova dolori lancinanti estesi a tutto il corpo che nessun medico è ancora riuscito a curare. Per l'ennesima volta si è sentita dire: 'Signora, lei non ha niente. È sana come un pesce'. Caterina prova davvero dolore. Il suo corpo sta urlando al mondo quello che la vita le ha sempre negato e che non ha mai potuto trasformare in parole: 'Prendetevi cura di me...'.


fabio borghino

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
Il Corriere di Saluzzo percepisce i contributi pubblici all’editoria.
Il Corriere di Saluzzo ha aderito tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) allo IAP - Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.


powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento