DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Proroga delle detrazioni per interventi sulla casa


Mercoledý 24, Dicembre 2014
in  Consulenza legale


Con la pubblicazione della Legge di Stabilità 2015 diventa ufficiale la proroga delle detrazioni previste per interventi di recupero del patrimonio edilizio, incluso il bonus per l'acquisto di mobili e arredi, e di riqualificazione energetica degli edifici fino al 31 dicembre 2015.


Restano invariate le condizioni per usufruire della detrazione IRPEF del 50% per le spese di recupero del patrimonio edilizio residenziale e del 65% in relazione ad alcuni interventi volti alla riqualificazione energetica degli edifici esistenti.


Anche per il 2015 l'ammontare complessivo delle spese detraibili è fissato a 96.000 euro per unità immobiliare ed include, a titolo esemplificativo, gli interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia sulle singole unità immobiliari, le spese relative agli interventi di manutenzione ordinaria (esclusivamente per le parti comuni di edifici residenziali), le spese per l'eliminazione delle barriere architettoniche, le spese per le opere finalizzate alla prevenzione di atti illeciti da parte di terzi o di infortuni domestici, le spese per gli interventi di bonifica dall'amianto. In caso di prosecuzione dei lavori relativi alla stessa unità immobiliare, nel limite di 96.000 euro si deve tenere conto ovviamente delle spese sostenute negli anni precedenti.


Per la detrazione del 65%, invece, il tetto di spesa massima ammissibile è legato all'importo massimo della detrazione previsto per ogni tipologia di intervento: riqualificazione energetica, sostituzione infissi, installazione pannelli solari, sostituzione impianti di climatizzazione invernali. In questo caso viene leggermente modificato l'ambito oggettivo, ammettendo l'estensione applicativa della detrazione anche per l'acquisto e la posa in opera delle schermature solari, per gli interventi antisismici e per le spese sostenute per l'acquisto e la posa in opera di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili.


In entrambi i casi, per poter beneficiare della detrazione IRPEF del 50% o del 65%, le fatture e le ricevute fiscali comprovanti le spese effettivamente sostenute devono essere pagate con apposito bonifico bancario, riportante gli estremi di legge dell'agevolazione. La detrazione del 50% e del 65% non è cumulabile per il medesimo intervento e deve essere ripartita obbligatoriamente in 10 rate annuali di pari importo.


dott. Marco Ballatore

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva - Cf. - Reg. Imprese CN n. 01893690048
Rea n. CN-142932
Direttore Responsabile: Mario BANCHIO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© SOCIETA' EDITRICE SALE E LUCE - SOCIETA' COOPERATIVA - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)