DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Saldo Imu 2015


Giovedě 19, Novembre 2015
in  Consulenza legale


Entro il prossimo 16.12.2015 va effettuato il versamento del saldo IMU 2015, a conguaglio di quanto versato in acconto a metà giugno. La seconda rata, a titolo di saldo, va conteggiata sulla base delle delibere comunali pubblicate sul sito Internet del MEF entro il 28.10 di ciascun anno; in caso di mancata pubblicazione entro detto termine vanno applicate le aliquote e le detrazioni adottate per l'anno precedente. Si puó provvedere al versamento del saldo IMU, utilizzando, alternativamente il modello F24 oppure l'apposito bollettino di c/c postale, con indicazione degli importi arrotondati all'unità di euro.


Come noto, il presupposto impositivo dell'IMU è costituito dal possesso di un immobile ubicato in Italia, a titolo di proprietà o altro diritto reale (ad esempio, uso, usufrutto, abitazione). Conseguentemente, sono tenuti a versare l'imposta anche i non residenti che possiedono un immobile in Italia nonché i proprietari di immobili concessi in locazione o in comodato.


Sono esenti da IMU l'abitazione principale non di lusso e le relative pertinenze, nel limite di un'unità pertinenziale per ciascuna categoria catastale, anche se accatastate unitamente all'abitazione. Rimangono invece assoggettate ad IMU le abitazioni principali di lusso, individuate dalle categorie catastali A/1, A/8 e A/9, per le quali trova applicazione la detrazione pari a € 200, eventualmente aumentata dal Comune fino all'azzeramento dell'imposta dovuta. Sono soggette ad IMU anche le aree edificabili, a meno che siano possedute e condotte da un coltivatore diretto (o Imprenditore Agricolo Professionale) iscritto alla previdenza agricola. Inoltre, per il 2015, l'esenzione/imponibilità IMU dei terreni agricoli va determinata in base alla classificazione ISTAT, in base alla quale sono esenti IMU i terreni agricoli ubicati in un Comune:


- totalmente montano; in tal caso l'esenzione opera per tutti i terreni agricoli, a prescindere dal possessore;


- parzialmente montano, solo se posseduti e condotti da coltivatori diretti (o IAP) iscritti nella previdenza agricola. L'art. 1 del DL n. 4/2015 estende l'esenzione anche ai terreni di coltivatori diretti (o IAP) concessi in affitto/comodato ad un altro coltivatore diretto (o IAP).


dott. Marco Ballatore

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva - Cf. - Reg. Imprese CN n. 01893690048
Rea n. CN-142932
Direttore Responsabile: Mario BANCHIO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© SOCIETA' EDITRICE SALE E LUCE - SOCIETA' COOPERATIVA - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)