DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Saldo Imu al 17 dicembre


Giovedì 13, Dicembre 2012
in  Consulenza legale



Il prossimo 17 dicembre scadrà il termine per il versamento del saldo dell'Imu. Vediamo in sintesi la normativa, che interesserà molti di noi.


Sono tenuti al pagamento dell'imposta municipale sugli immobili: il proprietario o il titolare di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie) di immobili; il locatario, a decorrere dalla data della stipula e per tutta la durata del contratto, per gli immobili, anche da costruire o in corso di costruzione, concessi in locazione finanziaria (leasing); l'ex coniuge affidatario della casa coniugale.


L'imposta si calcola sulla rendita catastale dell'immobile, rivalutata del 5% e moltiplicata per un coefficiente fisso che varia per tipologia di immobile. Sul valore così ottenuto si applicano le aliquote Imu.  L'aliquota di base è pari allo 0,76%, che i Comuni, con deliberazione del Consiglio comunale, hanno aumentato o diminuito fino a 0,3 punti percentuali. Consigliamo pertanto di rivolgersi ai singoli Comuni per conoscere le aliquote di imposta effettivamente applicate.


L'aliquota è ridotta allo 0,4% per l'abitazione principale e per le relative pertinenze (anche in questo caso, molti Comuni hanno modificato l'aliquota base). L'aliquota è poi ridotta allo 0,2% per i fabbricati rurali ad uso strumentale.


Per l'abitazione principale e le relative pertinenze vi è una detrazione d'imposta pari a 200 euro, rapportata al periodo dell'anno durante il quale si ha la destinazione del fabbricato ad abitazione principale. Se nell'abitazione principale abitano più contribuenti proprietari dell'immobile, la detrazione spetta a ciascuno nella stessa misura. Per esempio, se l'abitazione è posseduta da due coniugi a ciascuno di essi spetta la detrazione di cento euro. Per l'anno 2012 il pagamento della prima rata dell'Imu doveva essere effettuato entro il 18.6.2012, in misura pari al 50% dell'importo ottenuto applicando le aliquote di base e la detrazione spettante.


La seconda rata va versata a saldo dell'imposta complessivamente dovuta per l'intero anno, con conguaglio sulla prima rata, entro il 17.12.2012. Per il calcolo di questa rata dovranno essere utilizzate le aliquote modificate dallo stato e quelle deliberate dal comune per le fattispecie relative ai propri immobili. Già in sede di versamento il contribuente deve determinare l'entità dell'imposta dovuta al Comune e la parte riservata allo Stato, fatta eccezione per i versamenti inerenti all'abitazione principale e le relative pertinenze e ai fabbricati rurali strumentali, che sono interamente incassati dai comuni.


I contribuenti dovranno effettuare il pagamento dell'Imu mediante F24. I codici tributo sono riportati sul sito internet dell'Agenzia Entrate. Ricordiamo infine che è possibile compensare l'Imu con eventuali crediti spettanti al contribuente per altre imposte (Irpef, Iva, ecc.).


dott. Mario Clericuzio

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
Il Corriere di Saluzzo percepisce i contributi pubblici all’editoria.
Il Corriere di Saluzzo ha aderito tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) allo IAP - Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.


powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento