DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Spremuti come limoni


Giovedì 17, Luglio 2014
in  Leggere con gusto


Spremuti come limoni! Mai espressione fu più calzante. Se la applichiamo al campo economico, tasse e balzelli ci inondano e ci salassano, se al campo sociale, non esistono più limiti e regole agli orari di lavoro, colf notte e giorno, stipendio all'osso, prendere e lasciare, 'essere sempre a disposizione' è il motto che questi tempi diventa ineludibile richiamo, se al lato umano, l'egoismo trionfa, l'arroganza è di casa. La legge del più forte ha bisogno di avere attorno a sé tanti limoni da sfruttare all'uopo.


Spremere ancora, di più. Anche tra genitori e figli si verifica lo stesso comportamento, ma ribaltato: oggi sono i figli a spremere i genitori, in tutti i sensi, dal lato economico a quello psico-fisico ('Non ne possiamo più della genitorialità!' confessano affranti stuoli di genitori). Dice bene Carducci: 'La vita è come un limone che, quando una mano ignota al bel frutto ne ha spremuto il succo, lo butta via'.


Qual è l'antidoto allora per non spremere ed essere spremuti? Leggere senza pregiudizi la realtà, ridimensionare il proprio ego, avere rispetto degli altri, essere consapevoli che i limoni non esistono, se noi non li usiamo in questa veste remissiva e umiliante.


Solo così si puó considerare il limone da un'angolatura sana. Valorizzando i colori, il colore emotivo che ogni persona ha dentro di sé, il suo pensiero, la sua dignità.


I versi di Neruda sono di piena esaltazione dell'agrume: 'Cos'quando la tua mano/impugna l'emisfero/del tagliato/limone sul tuo piatto/, un universo d'oro/ spargi, /una/coppa gialla,/ con miracoli, / uno dei capezzoli profumati/ del petto della terra, /il raggio di luce ch'è diventato frutta,/ il fuoco minuto di un pianeta'. Tutto si gioca su quel giallo che a volte appare come un pugno nello stomaco, a volte è il sorriso che apre al mondo. Mi ricorda 'la spalliera di limoni al sole' di Camillo Sbarbaro che della loro solarità si beveva e cibava, in Liguria, alla ricerca dell'essenza della poesia,


In cucina, sono presenza delicata le ricette al limone, indicano la presenza di uno chef sensibile: dalle polpette alla torta alla marmellata di limoni: a me piace vedere in tavola il giallo, quello più intenso dell'agrume intero o quello più opaco del limone cucinato, perché sempre mi evoca un senso di spazio allargato, condiviso. 'Nel limone i coltelli/han tagliato/una piccola cattedrale, /l'abside nascosto/aprì alla luce le acide vetrate/ e in gocce scivolarono i topazi,/gli altari,/la fresca architettura'. Sull'onda dei versi di Neruda, il sugo acido ma rinfrescante dei limoni ci regala il sugo della vita.

 

cetta berardo

 

 

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
Il Corriere di Saluzzo percepisce i contributi pubblici all’editoria.
Il Corriere di Saluzzo ha aderito tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) allo IAP - Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.


powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento