DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Stop ai videopoker


BUSCA

Giovedý 24, Gennaio 2013
in  Valle Maira



BUSCA - Ci sono scelte che, pur peggiorando il nostro bilancio economico, vanno a migliorare la qualità della nostra vita.


Renato Miglio, Erio Coniglio e Angelo Bottero, gestori del bar Caffè di Città in via Umberto I a Busca, dal primo gennaio hanno spento le tre slot machines che da quindici anni erano installate nel loro locale. «Non vogliamo certo salvare il mondo- spiega Miglio- e sappiamo che chi vuole giocare e non le trova più qui va da un'altra parte. Abbiamo fatto questa scelta sia per motivi etici sia per motivi personali». Offrire ai propri avventori un gioco che puó arrivare a divorare i loro stipendi puó creare tensioni e stimolare reazioni anche violente; a dare ulteriori preoccupazioni si aggiunge il rischio di sfondamento delle vetrine del bar per scassinare le macchinette. Il motivo etico è evidente: le slot machines, tutte collegate telematicamente con l'AAMS (Amministrazione Autonoma Monopoli di Stato, la stessa che gestisce il Gratta e vinci, il Lotto e altre 'tasse sulla speranza'), possono creare vere e proprie dipendenze, riducendo sul lastrico intere famiglie. Non esiste un giocatore-tipo: a buttare monetine nelle slot sono tanto ragazzi giovani quanto pensionati; ogni macchinetta accumula una media di mille euro al giorno, con picchi di due-tremila. Di questi il 74%, per legge, deve venir corrisposto in vincite, il 18% circa finisce nelle casse dello Stato e il rimanente 8% viene diviso tra la ditta che fornisce le macchine e il gestore del locale. Al Caffè di Città, dove ogni giorno almeno una ventina di persone tentava la fortuna, a fine anno si arrivava ad accumulare una cifra intorno ai 14-15000 euro. Renato Miglio non vuole essere un paladino né un Don Chisciotte, ma per provare a salvare (o almeno migliorare) il mondo bisogna pur partire da qualche parte: e chissà, magari qualche altro esercente buschese deciderà di seguire l'esempio del Caffè di città.


omar ramero

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva - Cf. - Reg. Imprese CN n. 01893690048
Rea n. CN-142932
Direttore Responsabile: Mario BANCHIO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© SOCIETA' EDITRICE SALE E LUCE - SOCIETA' COOPERATIVA - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)