DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Tutto pronto per il Vasaikhi


PANCALIERI

Mercoledì 24, Aprile 2013
in  Pianura



PANCALIERI - In occasione della festa di 'Vaisakhi', l'associazione Indiana di Pancalieri organizza l'evento che vedrà il paese invaso dai colori e dalla gioia dei numerosi esponenti indiani che verranno anche da molti centri e paesi vicini per unirsi a questa importante celebrazione che è per tutti un giorno di festa e allegria. Rakesh Kumar Sharma (Rocky), vive a Pancalieri ormai da diversi anni ed è lui che mi racconta come il Vaisakhi sia una vibrante festa del raccolto (un po' come la nostra festa del Ringraziamento) celebrata in tutto il subcontinente indiano settentrionale, in particolare nella regione del Punjab, da parte della comunità Sikh.


Punjab è una grande Regione nel nord ovest dell'India, ed il nome, deriva dalla combinazione delle parole punj, che significa 'cinque' e aab, che significa 'acqua'. Il Punjab è infatti una regione con cinque fiumi: Satluj, Bias, Ravi, Chenab e Jehlam.


Per la comunità Sikh questa festa commemora la creazione del Khalsa una ricorrenza celebrata anche dagli induisti e buddisti per motivi diversi. Il festival ha una grande importanza per i Sikh legata al fatto che nel giorno Vaisakhi dell'anno 1699, il 10° Guru dei Sikh, Guru Gobind Singh ha definito il fondamento della Khalsa Panth. Per gli indù, il Vaisakhi è l'inizio del nuovo anno, e viene celebrato facendo il bagno nel fiume Gange e adorando gli Dei. Si ritiene infatti che migliaia di anni fa, la Dea Gange fosse scesa in terra ed ora in suo onore, molti indù si riuniscono proprio lungo il sacro fiume Gange per bagni rituali in suo onore. Di solito questa festa è celebrata il 13 e occasionalmente il 14 aprile, nelle diverse regioni in tutto il mondo dove la migrazione abbia portato e fatto crescere lontano dall'India una comunità Sikh. I Punjabi assegnano peró un significato ben diverso a Vaisakhi; nelle zone rurali del Punjab si festeggia con felicità, con una tale gioia in cui ognuno è letteralmente catturato dal Bhangra, una danza che racconta l'attività agricola, dalla lavorazione del terreno sino alla raccolta dei frutti della terra ed è proprio con il Vaisakhi che il popolo del Punjab si prepara alla gioia della stagione del raccolto. Il Punjab è una Regione prettamente dedita all'agricoltura, con una terra fertile come la nostra della pianura piemontese dove appunto lavorano tantissimi indiani provenienti da questa Provincia ai piedi dell'Himalaya; anche là il raccolto più importante è il frumento ma ci sono diverse altre coltivazioni importanti: cotone, canna da zucchero, miglio, orzo e alberi da frutta.


Dunque l'appuntamento che ci viene proposto dalla comunità indiana di Pancalieri è da intendersi come una mano tesa, ci invitano il 5 maggio a festeggiare con loro in allegria, dove tutta la magia dell'India verrà trasportata qui a Pancalieri presso la struttura degli impianti sportivi dalle ore 14:30 al 18. L'entrata è libera... e naturalmente dice Rocky, siete tutti invitati!!


gianni varetto

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
Il Corriere di Saluzzo percepisce i contributi pubblici all’editoria.
Il Corriere di Saluzzo ha aderito tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) allo IAP - Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.


powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento