DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Un pugnale nello stomaco chiamato cibo


Giovedì 6, Dicembre 2012
in  Libera-Mente



'Tutto ha inizio quando si chiude quella porta. Per me è come uno schiaffo al cuore, anche se, fino a poco tempo fa, non me ne accorgevo neppure. Quando mi ritrovo sola in quella casa così grande, e anche mio padre è partito per il turno del pomeriggio, l'unica presenza certa è la mia ombra immobile attenta a scrutare passanti distratti dalla finestra. Una sensazione di vuoto prende forma dentro di me e, senza che me ne accorga, mi ritrovo davanti al frigo a divorare qualunque cosa mi capiti a tiro. Più mangio e più mi sento vuota, più mi sento vuota e più mi abbuffo di schifezze senza riuscire a fermarmi, mentre una parte di me continua ad urlarmi di smetterla, accusandomi di essere un fallimento, una nullità, un corpo sgradevole. Ecco; ora ti senti soddisfatta?! No. Sto peggio di prima. Urlo silenziosamente a me stessa mentre tutto quel cibo non fa più parte di me; mentre lo scarico del wc sta portando via quei momenti'.


Michela ha imparato a cavarsela da sola nella vita, ma questa volta è davvero dura. Come se non bastassero già tutti i problemi dei suoi vent'anni, adesso deve anche caricarsi sulle spalle il peso della bulimia. Così le hanno detto che si chiama, ma le serve a poco saperlo.


Se dovesse fare un resoconto della sua vita le vengono in mente tanti fallimenti: 'E' come avessi tante ambizioni. Meglio chiamarli sogni...Che quando sto per afferrare mi sfuggono sempre più lontano diventando irraggiungibili. Non c'è mai nessuno che venga a consolarmi quando le cose vanno male. Sì. Forse più che di fallimenti la mia vita è come un enorme buco nero di solitudine'.


Un mese fa Michela è stata lasciata dal fidanzato dopo due anni. Le ha detto che non gli piaceva più. Sente di aver fallito anche nella relazione più bella che le sia mai capitata. Mamma e papà? 'Loro chiudono la porta e io rimango sola col mio corpo che sta perdendo forma giorno dopo giorno. Le amiche non capiscono davvero. Giudicano e basta'.


Oggi Michela (nome di fantasia) è tornata a sorridere. Ogni tanto il cibo le fa ancora fare brutti sogni, ma un certo Matteo ha fatto capolino nella sua vita. 'La cosa più bella di Matteo è che con lui non sento di dover dimostrare o di fallire. Non so bene cosa voglia dire essere me stessa. Forse non lo sapró mai, ma è come se avesse riempito quel vuoto nella pancia col suo sorriso'.


Michela non è più sola.


Fabio Borghino

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
Il Corriere di Saluzzo percepisce i contributi pubblici all’editoria.
Il Corriere di Saluzzo ha aderito tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) allo IAP - Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.


powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento