DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Una mente oltre la mente


Giovedì 27, Giugno 2013
in  Libera-Mente


'Piano con quel pallone che rompete qualcosa... Attenzione... C'è il cortile per giocare... Piano... Crashh! Ecco! Ve l'avevo detto! Se vi prendo...'.


Sono lo zucchero dei tuoi giorni i tuoi nipotini vero Maria? Anche se ogni tanto sono proprio delle pesti. Mentre raccogli i cocci della cornice con la foto di tuo marito, un flash attraversa la tua mente. La prima volta che i suoi occhi hanno attraversato il tuo sguardo... Quanta gente quella sera alla festa sotto un tendone di stelle... Lui era là, in fondo, in mezzo a tutto quel vociare, in quel turbinio vorticoso di coppie danzanti. Bello come il sole. Non dimenticherai mai quella sensazione. La voce del cuore. 'E' lui. Vallo a prendere'. Il tuo Giacomo. Il padre dei tuoi figli...


Che strano effetto doversi abituare alla sua assenza, nonostante da 5 anni, ormai, non lo si senta più brontolare per casa. Eppure ti sei sempre chiesta se quel dieci agosto, quell'istante infinito sotto una pioggia di stelle fosse stato qualcosa di più di un semplice frutto del caso. Una premonizione.


Non possiamo saperlo. Siamo abbastanza certi del fatto che le emozioni rappresentino la sorgente della coscienza umana. Quel senso di esistere nell'attimo presente. Ci sono studi scientifici riconosciuti a livello internazionale che hanno dimostrato addirittura la capacità della mente umana di proiettarsi nel futuro per effettuare previsioni a breve termine (alcuni secondi) sugli eventi in maniera corretta e non attribuibile al caso. Posto di fronte a una serie di stimoli su un computer, un qualsiasi individuo in condizioni normali a cui venissero misurati i parametri elettrofisiologici, vedrebbe un'attivazione corporea differente a seconda della qualità degli stimoli presentati (positivi, neutri o negativi) alcuni secondi prima della presentazione degli stimoli stessi. In sostanza, il corpo di una persona, ad esempio, sarebbe in grado di aumentare la frequenza cardiaca e la conduttività cutanea alcuni secondi prima di vedere sullo schermo la foto di un incidente. Tenderebbe a rilassarsi, invece, ad esempio, prima di sapere che l'immagine sullo schermo sarà quella di un paesaggio.


Com'è possibile tutto ció? Le neuroscienze sono al lavoro. Ció che sappiamo è che di questo effetto anticipatorio di tipo psicofisiologico nessuno puó negare l'esistenza.


Sembra che le più moderne teorie della fisica stiano venendo incontro a questo dilemma con la proposta di modelli sulla 'sintropia', in contrasto con le leggi classiche conosciute fino ad ora. Il futuro sarebbe in grado di influenzare il presente dei sistemi viventi. È ancora troppo presto per questo, ma alcuni segnali stanno illuminando la notte della scienza in questo ambito di conoscenza.


Forse le tue emozioni quella notte d'estate, Maria, ti hanno per pochi istanti messo in contatto con quell'avvenire che, in un lampo, è diventato meravigliosa storia della vita. Il tuo amore.

 

fabio borghino

 

 

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
Il Corriere di Saluzzo percepisce i contributi pubblici all’editoria.
Il Corriere di Saluzzo ha aderito tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) allo IAP - Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.


powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento