DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE     Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175490348

Gentile signor direttore,
ancora con una certa emozione, vorrei ringraziare a mezzo delle pagine del Suo giornale, tutti coloro che hanno collaborato per la giornata straordinaria della visita dell'Urna di Don Bosco, l'8 e 9 gennaio. Per eventi sorprendenti come questo, il rischio è sempre dimenticare chi con più dedizione e umiltà fa funzionare il tutto. Non me ne voglia nessuno.
Ringrazio anzitutto il comitato che ha pensato l'evento: don Luca Barone e don Stefano Martoglio (sdb), splendide persone e raffinati predicatori, con don Giancarlo Casati, don Gabriele Miglietta e i suoi collaboratori delle scuole salesiane per l'entusiastico aiuto e partecipazione (Massimiliano Pellerino e Gianluca Bocca in particolare); don Andrea Della Torre per il Cenacolo e i ragazzi di Suor Elvira, Don Mariano Tallone e la parrocchia del Duomo, che ha generosamente ospitato parte dell'evento; Cristina Salusso e l'ufficio dei beni culturali della Diocesi di Saluzzo, insieme a Monsignor Vescovo; Il Centro di Pastorale Giovanile, nella persona di Eliana Brizio, direttrice dell'ufficio; l'Unione ExAllievi, generossissimi nell'animare, contattare, tenere i rapporti, far funzionare tutta l'enorme macchina, in particolare l'inimitabile e felicissimo Miche Bianco; l'Amministrazione Comunale, nella persona del sign. Sindaco, dott. Paolo Allemano, la segretaria Silvia Dalmasso, i vigili urbani, nella persona del comandante Bruna Gerbaudo e i loro collaboratori; l'Arma dei Carabinieri, veri 'angeli custodi', presenti di cuore, nella persona del Capitano Roberto Costanzo e del Luogotenente Fabrizio Giordano; la Polizia Stradale (grazie al Comandante Blengino Luca, sig.ra Raimondi e Sottotenente Impiombato); Al 1° reggimento degli Alpini (presidente Chiavassa e sign. Gaborardi); alla Croce Verde, al Soccorso Radio (dott. Andrea Avagnina) e alla protezione Civile; la Banda Cittadina, in un entusiastico Aurelio Seimandi e in ogni suo componente infreddolito ma gioioso; i ragazzi dell'Oratorio che hanno disposto tutti i locali; Anna Lingua, Cristina Salusso e Nino Palmero che hanno curato l'addobbo floreale; il gruppo dei suonatori Exallievi del mattino guidati da Giovanni Rabino, Ezio Bonetto, Michele Basso, Rosella Giraudo, Mario Palmero e Adalberto Amici; don Matteo Monge, Marco Tallone e tutti quelli che hanno collaborato per l'animazione della Messa e delle visite guidate in Duomo; la Cantoria vescovile che ha animato la celebrazione; ai media presenti e discreti (La Stampa, dott. Garassino e sig. Bertorello ; Tg3, dott. Gedda Alberto; Telecupole, sig. Mondino; Targatocn, sig.ra Vilma Brignone; a Lorenzo Francesconi per il Corriere di Saluzzo e Annamaria Parola per La Gazzetta), a Marisa e Roberto per la cena offerta in Bocciofila al personale accompagnatore.
a nome dell'Oratorio e della Diocesi,con riconoscenza.

don Marco Gallo


Giovedý 16, Gennaio 2014
Carissimo Direttore,
sono un appassionato di turismo di montagna, faccio un po' di sci di fondo, trekking quando ho un giorno di ferie, campeggio d'estate e perché no, quando trovo una buona locanda, una mangiata in qualche ristorantino delle nostre vallate. Oggi la tecnologia ci aiuta a scegliere dove andare quando abbiamo un giorno o anche solo mezza giornata a disposizione: a partire dalle previsioni meteo, fino alle webcam posizionate nei vari paesi. E qui vengono le amare sorprese: spesso non sono aggiornate, con orari incomprensibili, alcune addirittura 2 ore avanti (?), altre senza data ed orario, per cui non si riesce a capire se sono riferite ad oggi o all'anno scorso, dubbio che puó venire perché al posto della neve ci sono verdi praterie. Spesso per chi, come me dalla pianura, si accinge a partire per un'escursione, risulta importante sapere se in quota c'è la nebbia o il sole, oppure a quale altitudine è la neve. La mia non vuole essere una critica a chi dovrebbe monitore questo servizio ma uno stimolo per ulteriormente migliorare e curare il turismo di montagna nelle nostre valli. Con conseguente rischio di trascurare l'accoglienza, che si puó trasformare in primo luogo in ricche opportunità economiche. Poi, se le webcam ci sono, perché non farle funzionare? Grazie per lo spazio accordatomi. Ah dimenticavo: chi vuole farsi un giro sul sito ilmeteo.it , alcune delle telecamere non aggiornate sono ad Acceglio Rocca Brancia (2 ore avanti) Pontechianale (una ferma a settembre 2012, l'altra un'ora avanti e con data, credo, in inglese altrimenti saremo a settembre o ottobre), Crissolo (in paese, ferma al 28 dicembre scorso), Bagnolo Rucas (probabilmente non funzionante o con un solo aggiornamento giornaliero), Limone Piemonte (una sola che indica l'ora in ritardo di circa 90 minuti, le altre 5 probabilmente non sono in funzione). Auguri di buon anno.

Aldo Fauda Moretta


Giovedý 9, Gennaio 2014
Il 46% dei pensionati italiani fatica ad arrivare alla fine del mese e si ritrova costretto a rimandare pagamenti, ad intaccare i propri risparmi, a chiedere prestiti ed aiuti ad altri.
I pensionati sono passati da ottimi a pessimi consumatori nel giro di pochi anni. Si rinuncia allo svago, si riducono al minimo le spese del vestiario ed il 37% si ritrova a dover ridurre anche quelle per i generi alimentari.
I pensionati, per quanto in evidenti difficoltà, continuano a svolgere un ruolo strategico nell'ambito della famiglia in particolare verso figli e nipoti che hanno perso il posto di lavoro o che non riescono a trovarlo o che hanno bisogno di supporto in assenza di servizi o di costi elevati degli stessi (vedi asili nido ecc.) che li rendono inaccessibili.
I pensionati hanno dato tanto a questo Paese in termini di lavoro, di conquiste, di diritti, di difesa della democrazia e se oggi hanno una pensione è perché in passato hanno lavorato pagando tasse e contributi.
Oggi, la condizione dei pensionati sta peggiorando vistosamente.
Dopo due anni di battaglie sindacali, siamo riusciti a superare il blocco della rivalutazione delle pensioni superiori a tre volte il minimo (1504 euro lordi mensili).
Pur avendo ottenuto questo risultato, positivo di per sé, il Governo nel ripristinare la rivalutazione sino a 6 volte il minimo (3008 euro lordi mensili) ha modificato le aliquote, riducendo nella sostanza gli adeguamenti.
Infatti dal 2014 le pensioni fino a 1504 euro lordi sono rivalutate dell'1,2%, da 1504 a 2005 euro dell'1,08 % da 2006 a 2506 dello 0,90%, da 2507 a 3008 solo dello 0,50%.
È evidente che si continuano a fare le manovre con i soldi dei pensionati.
Si tratta di aumenti molto bassi. Una pensione di 1500 euro lordi ad esempio ha avuto un aumento dell'1,2% pari a 18 euro lordi al mese. Considerando che la stragrande maggioranza dei pensionati si trova al di sotto di questi importi si riesce a capire perché le condizioni di vita peggiorano ogni giorno.
I tre sindacati dei pensionati hanno chiesto al Governo di aprire un confronto specifico per discutere degli anziani, del potere d'acquisto delle pensioni, del fisco, della non autosufficienza e di uno stato sociale che ci aiuti nei momenti del bisogno.
Anche la Regione Piemonte deve cambiare registro. Molto negativo è il nostro giudizio sulle nuove aliquote dell'addizionale regionale per il 2014. Aumentano per tutti. In taluni casi (per le pensioni tra 5 e 6 volte il minimo) gli adeguamenti perequativi corrispondono esattamente con l'aumento dell'addizionale regionale!
Noi comunque non ci rassegniamo, continueremo a lottare per questi obiettivi, partendo dai piccoli progressi compiuti in questo 2013!

Sindacati dei pensionati Cgil, Cisl, Uil - Cuneo


Giovedý 9, Gennaio 2014


Le Rubriche tematiche
Acchiappamostre
La mostra della settimana
Arte & Fede
Commercio Equo & Solidale
Shopping etico a prezzi di saldo
Consulenza legale
La rottamazione delle cartelle Equitalia
Cucina Piemontese
Il semolino dolce
Fermo immagine
Dare un nome
I ragazzi leggono
La compagnia dei soli
Il Vangelo della Domenica
Domenica 19 novembre
La Memoria del Cuore
'Salvarsi' con una fiaba
Leggere con gusto
Elogio della galletta
Libera-Mente
Trauma psicologico, E. M. D. R. e... Ungaretti
Stella Stellina
Lo spazio esterno
Vola al Cinema
da giovedì 27 aprile a martedì 2 maggio



CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva - Cf. - Reg. Imprese CN n. 01893690048
Rea n. CN-142932
Direttore Responsabile: Mario BANCHIO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© SOCIETA' EDITRICE SALE E LUCE - SOCIETA' COOPERATIVA - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)