DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE     Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175490348

Carissimo direttore,
mi chiamo Martina, con mio fratello Lorenzo frequento la scuola superiore.
Mi alzo al mattino alle 6,15 e alle 7 salgo sul pullman, ovviamente gremito di studenti, a volte faccio il viaggio in piedi, pur pagando 180 euro ogni tre mesi.
Verso le 7.50 arriviamo in Piazza d'Armi a Mondovì e poi spediti per un chilometro 'con lo zaino sulle spalle e gli scarponi ai piedi', perché il badge ci aspetta: se entriamo dopo le 8 il ritardo viene segnalato dall'occhio elettronico e questo influirà sul voto di comportamento, almeno così ci hanno detto. Dopo cominciano le cinque ore di lezione, nelle quali tra l'altro accade sistematicamente ogni giorno di dover aprire le finestre anche in pieno inverno, a causa di un riscaldamento smisurato Alle 13.20 nuovamente l'autobus, poi il ritorno a casa alle 14.10, il pranzo, lo studio, lo sport, la musica. Siamo giovani, non è una grossa fatica. Fin qui tutto bene.
Il prossimo anno dall'alto ci vogliono imporre il sabato a casa: fantastico! Potremo stare nel letto fino a tardi, andare a fare shopping, meglio qualche gita in montagna o semplicemente staremo in casa a studiare o ad annoiarci. Avremo il weekend più lungo, ma il problema è che la nostra giornata infrasettimanale diventerà un po' troppo pesante.
Le ore di lezione passeranno da cinque a sei, il rientro a casa verso le 15,10, ancora senza pranzo. Alcuni miei compagni sono in piedi dalle 6 del mattino, sempre che qualcuno non si inventi un anticipo nell'ingresso, così magari si alzeranno alle 5.30. Il pranzo terminerà verso le 16 e subito dopo a studiare perché per il giorno successivo ci saranno sei materie da preparare!
A me piace la musica e il canto: tre giorni a settimana sono impegnata in queste attività che sono la mia passione. Per molti anni ho giocato a pallavolo ma l'attività agonistica era diventata troppo impegnativa: ho lasciato lo sport ed ho scelto la scuola, perché ci credo, ma non so se sia giusto... Anche la scuola a suo modo è una passione, peró mi sembra che in questo modo la faremo diventare 'la Passione'.
Non potete chiederci di rimanere fuori casa dalle 7 del mattino alle 3 del pomeriggio, senza pranzo; non chiedeteci di lasciare lo sport, il canto, la musica: sono la nostra passione!
Perché decidete senza dirci niente, senza ascoltare i nostri problemi?
Siamo i vostri figli, siamo i vostri studenti, tra non molto andremo a votare.
Siamo il vostro futuro.



Martina, Lorenzo


Giovedý 21, Novembre 2013
Forse saró un po' troppo malizioso, ma non riesco credere che si sia consumata una vera scissione in casa Forza Italia. Ragioniamo :
Cicchitto e Schifani hanno sparato per mesi ad altezza d'uomo contro tutti: Governo-Maggioranza-Presidente del Consiglio-Presidente della Repubblica-Magistratura, contro tutti insomma, in strenua difesa del Cavaliere... poi un bel mattino si sono svegliati e hanno pensato di mettersi un collare e chiedere ad Alfano (Alfano?) di portarli a fare un ágiro fuori da Palazzo Grazioli, con il guinzaglio.... ma non è un po' da ingenui crederci? Temo purtroppo áche alcuni milioni di italiani se la bevano. Mentre a dire il vero, a me pare áche si tratti del solito pacco regalo che Berlusconi sta preparando per ilásuo amato popolo. Il pacco sta nel fatto che ora, distaccando un manipolo di volontari a fare da sostegno al Governo, si garantisce che la maggioranza, per quanto ridotta, regga almeno fino a quando si potrà ricandidare (o giù di lì), mentre lui potrà trasformare l'opposizione in una lunga campagna elettorale, senza farsi coinvolgere nelle scelte difficili che toccano alla maggioranza, anzi criticandole aspramente dalla sua nuova posizione di capo dell'opposizione, spianando la strada al suo rientro alla grande. Apriamo gli occhi, ragazzi. Non beviamocele tutte.

Franco Craveri


Giovedý 21, Novembre 2013
La presente per segnalare un caso di 'OTTIMA SANITA''.
Nel nostro bistrattato ospedale di Saluzzo è attivo un efficiente reparto di oculistica.
In questi giorni siamo stati operati di cataratta: tutte le varie fasi dell'intervento si sono svolte nella massima serenità, assistiti da personale gentile e paziente.
Un particolare ringraziamento va al Dottor Rinaldi per la sua competenza, umanità e grande professionalità. La sua disponibilità e lo spirito di abnegazione nello svolgere il proprio lavoro sono encomiabili.
Purtroppo il nostro ospedale in questi mesi è stato privato di molti servizi, è consolatorio notare come questo reparto riesca a funzionare a meraviglia.
Speriamo che possa, anche nel prossimo futuro, continuare a lavorare come sta facendo ora!
Grati per l'attenzione,

Giorgio Burzio
Amalia Foglio

Burzio Giorgio


Martedý 29, Ottobre 2013


Le Rubriche tematiche
Acchiappamostre
La mostra della settimana
Arte & Fede
Commercio Equo & Solidale
Shopping etico a prezzi di saldo
Consulenza legale
La rottamazione delle cartelle Equitalia
Cucina Piemontese
Il semolino dolce
Fermo immagine
Un vecchio e una panchina
I ragazzi leggono
Voglio fare lo scrittore
Il Vangelo della Domenica
Domenica 26 novembre 2017
La Memoria del Cuore
'Salvarsi' con una fiaba
Leggere con gusto
Elogio della galletta
Libera-Mente
Trauma psicologico, E. M. D. R. e... Ungaretti
Stella Stellina
Lo spazio esterno
Vola al Cinema
da giovedì 27 aprile a martedì 2 maggio



CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva - Cf. - Reg. Imprese CN n. 01893690048
Rea n. CN-142932
Direttore Responsabile: Mario BANCHIO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© SOCIETA' EDITRICE SALE E LUCE - SOCIETA' COOPERATIVA - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)