DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE     Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175490348

Gent.mo direttore,
avremmo piacere tramite le pagine del Suo giornale di spezzare un lancia in favore della sanita'.
In questi periodi di ristrettezze economiche in cui tutto funziona a rilento ed e' facile criticare, noi famigliari di Carlo Mellano abbiamo potuto constatare che non sempre e'cosi'.
Un anno fa il nostro congiunto si e' ammalato in modo grave, essendo anziano ed avendo ancora accanto sua moglie , decidemmo dopo la dimissione dall'Ospedale di Saluzzo di curarlo a casa.
Certamente con le patologie che aveva, la cosa un po' ci preoccupava,ed e' proprio in quell'occasione che abbiamo avuto modo di conoscere ed apprezzare gli infermieri/e domiciliari del distretto di Venasca e Verzuolo.
Con la loro presenza e la loro grande professionalita' hanno fatto in modo che non ci sentissimo mai soli, curando il nostro famigliare con umanita' e scrupolo e sempre disponibili per ogni problema.
Essendo adesso venuto a mancare desideriamo ancora ringraziare con tutto il cuore i nostri angeli custodi che in questo anno si sono alternati al nostro domicilio.
Sicuramente nel nostro cuore serberemo sempre un affetto particolare verso di loro.
I famigliari di Carlo Mellano - Venasca

I famigliari di Carlo Mellano


Lunedì 25, Novembre 2013
Carissimo direttore,
mi chiamo Martina, con mio fratello Lorenzo frequento la scuola superiore.
Mi alzo al mattino alle 6,15 e alle 7 salgo sul pullman, ovviamente gremito di studenti, a volte faccio il viaggio in piedi, pur pagando 180 euro ogni tre mesi.
Verso le 7.50 arriviamo in Piazza d'Armi a Mondovì e poi spediti per un chilometro 'con lo zaino sulle spalle e gli scarponi ai piedi', perché il badge ci aspetta: se entriamo dopo le 8 il ritardo viene segnalato dall'occhio elettronico e questo influirà sul voto di comportamento, almeno così ci hanno detto. Dopo cominciano le cinque ore di lezione, nelle quali tra l'altro accade sistematicamente ogni giorno di dover aprire le finestre anche in pieno inverno, a causa di un riscaldamento smisurato Alle 13.20 nuovamente l'autobus, poi il ritorno a casa alle 14.10, il pranzo, lo studio, lo sport, la musica. Siamo giovani, non è una grossa fatica. Fin qui tutto bene.
Il prossimo anno dall'alto ci vogliono imporre il sabato a casa: fantastico! Potremo stare nel letto fino a tardi, andare a fare shopping, meglio qualche gita in montagna o semplicemente staremo in casa a studiare o ad annoiarci. Avremo il weekend più lungo, ma il problema è che la nostra giornata infrasettimanale diventerà un po' troppo pesante.
Le ore di lezione passeranno da cinque a sei, il rientro a casa verso le 15,10, ancora senza pranzo. Alcuni miei compagni sono in piedi dalle 6 del mattino, sempre che qualcuno non si inventi un anticipo nell'ingresso, così magari si alzeranno alle 5.30. Il pranzo terminerà verso le 16 e subito dopo a studiare perché per il giorno successivo ci saranno sei materie da preparare!
A me piace la musica e il canto: tre giorni a settimana sono impegnata in queste attività che sono la mia passione. Per molti anni ho giocato a pallavolo ma l'attività agonistica era diventata troppo impegnativa: ho lasciato lo sport ed ho scelto la scuola, perché ci credo, ma non so se sia giusto... Anche la scuola a suo modo è una passione, peró mi sembra che in questo modo la faremo diventare 'la Passione'.
Non potete chiederci di rimanere fuori casa dalle 7 del mattino alle 3 del pomeriggio, senza pranzo; non chiedeteci di lasciare lo sport, il canto, la musica: sono la nostra passione!
Perché decidete senza dirci niente, senza ascoltare i nostri problemi?
Siamo i vostri figli, siamo i vostri studenti, tra non molto andremo a votare.
Siamo il vostro futuro.



Martina, Lorenzo


Giovedì 21, Novembre 2013
Forse saró un po' troppo malizioso, ma non riesco credere che si sia consumata una vera scissione in casa Forza Italia. Ragioniamo :
Cicchitto e Schifani hanno sparato per mesi ad altezza d'uomo contro tutti: Governo-Maggioranza-Presidente del Consiglio-Presidente della Repubblica-Magistratura, contro tutti insomma, in strenua difesa del Cavaliere... poi un bel mattino si sono svegliati e hanno pensato di mettersi un collare e chiedere ad Alfano (Alfano?) di portarli a fare un  giro fuori da Palazzo Grazioli, con il guinzaglio.... ma non è un po' da ingenui crederci? Temo purtroppo  che alcuni milioni di italiani se la bevano. Mentre a dire il vero, a me pare  che si tratti del solito pacco regalo che Berlusconi sta preparando per il suo amato popolo. Il pacco sta nel fatto che ora, distaccando un manipolo di volontari a fare da sostegno al Governo, si garantisce che la maggioranza, per quanto ridotta, regga almeno fino a quando si potrà ricandidare (o giù di lì), mentre lui potrà trasformare l'opposizione in una lunga campagna elettorale, senza farsi coinvolgere nelle scelte difficili che toccano alla maggioranza, anzi criticandole aspramente dalla sua nuova posizione di capo dell'opposizione, spianando la strada al suo rientro alla grande. Apriamo gli occhi, ragazzi. Non beviamocele tutte.

Franco Craveri


Giovedì 21, Novembre 2013


Le Rubriche tematiche
Acchiappamostre
La mostra della settimana
Arte & Fede
Commercio Equo & Solidale
Shopping etico a prezzi di saldo
Consulenza legale
La rottamazione delle cartelle Equitalia
Cucina Piemontese
Spumone di mele
Fermo immagine
I numeri due
I ragazzi leggono
Vacanze
Il Vangelo della Domenica
Domenica 18 febbraio 2018
La Memoria del Cuore
'Salvarsi' con una fiaba
Leggere con gusto
Elogio della galletta
Libera-Mente
Compiacenza compulsiva e banchi di scuola
Stella Stellina
Lo spazio esterno
Vola al Cinema
Da giovedì 15 febbraio a martedì 20 febbraio 2018



CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
Il Corriere di Saluzzo percepisce i contributi pubblici all’editoria.
Il Corriere di Saluzzo ha aderito tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) allo IAP - Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.


powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento