DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE     Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175490348

A casa mia la Signora Giovanna Martina Enria rimarrà per sempre la Signora Jeanette. Era stato mio padre a darle quel soprannome francese quando, da giovani, lei e sua sorella Rita andavano in montagna insieme a lui e ad altri amici. E così era rimasta Jeanette, l'amica sempre sorridente e positiva, con la battuta pronta, vitale e amante della nostra città, quella che, già da lontano, mi salutava chiamandomi per nome e facendomi sentire ancora un po' ragazzina, anche ora, alle soglie dei cinquant'anni. Ma un ricordo, sopra tutti gli altri, rimane nel mio cuore: quando mio padre morì, i lunghi mesi di malattia lo avevano profondamente segnato, per cui quell'uomo così smagrito era per noi familiari, ma soprattutto per mio fratello e per me, motivo di grande dispiacere. Vennero alla camera mortuaria a salutarlo anche la Signora Jeanette e sua sorella Rita. Raccontammo loro il nostro dolore per quella figura che stentavamo a riconoscere e lei, subito pronta e sorridente, ci disse di non preoccuparci: quello era proprio il loro amico di gioventù, esattamente come lo ricordavano in montagna insieme; era, in qualche modo, quasi tornato all'origine.
Non dimenticheró quella delicatezza, segno di un'amicizia che non conosce tempo.
Grazie di tutto Signora Jeanette!
Paola Ravazzi Aimone

Paola Ravazzi Aimone


Lunedý 12, Gennaio 2015
Constato, con un po' di stupore, che anche quest'anno, (ed é il secondo consecutivo) non sia prevista la celebrazione della Novena del Natale serale. Va bene, c'é alle 17 per i ragazzi-bambini, ma chi lavora non ha disponiilità a quell'ora.
Mi sembra strano che non si riesca a organizzare una Novena serale in una chiesa (la qualunque) di SALUZZO.
Al di là del sentimento e dei sentimentalismi che non hanno nulla a che vedere con l'essenza del Natale non é che poco per volta deroghiamo e ci allontaniamo dall'Unico che veramente conta?
Auguri.... di Buon Natale!

Silvio COSTAMAGNA


Martedý 16, Dicembre 2014
Gent.mo direttore,
La crisi dell'economia e del lavoro, il 'Jobs Act' attualmente in discussione in Parlamento, la Legge di Stabilità e, soprattutto, lo stallo occupazionale in cui è sprofondata la nostra provincia sono le tematiche che verranno affrontate dalla Cisl nell'Assemblea Provinciale del delegati ed attivisti che si terrà il prossimo martedì 18 novembre a Cuneo alla presenza della Segreteria Nazionale del nostro sindacato.
Partendo, come detto, da una situazione complessiva del lavoro nel nostro territorio che purtroppo continua ad evidenziare segnali di forte preoccupazione: la cassa integrazione si attesta a valori inimmaginabili prima della crisi (solo a settembre quasi 1,5 milioni di ore autorizzate), le assunzioni sono ormai quasi totalmente precarie (nel primo semestre dell'anno i contratti a tempo indeterminato sono scesi di quasi il 15% mentre sono cresciute tutte le forme flessibili e precarie di lavoro), le prospettive di assunzione sono in netto calo come ricordato recentemente dalla Camera di Commercio (quasi 1.000 posti di lavoro in meno nel 2014 rispetto al 2013).
E' evidente che questo territorio non è più in grado di creare occupazione stabile, bensì solo precariato così come è evidente che la creazione di più lavoro e la difesa economica e sociale delle persone che il lavoro lo hanno perso sono tra le sfide fondamentali che abbiamo di fronte.
Il Governo non pensi peraltro di poter risolvere queste sfide intervenendo sulle leggi che regolano il lavoro: non è cambiando le leggi e sicuramente non è riscrivendo l'articolo 18 che si crea più occupazione; anzi, secondo la Cisl, la vera ed indispensabile riforma del mercato del lavoro deve andare nella direzione di contrastare la precarietà attraverso il superamento delle tipologie contrattuali che hanno generato in questo paese un precariato fuori controllo, a partire dalle forme di lavoro autonomo utilizzate in sostituzione del lavoro dipendente.
Il futuro del lavoro è strettamente legato, la Cisl lo vuole ribadire, dal rilancio delle politiche di sviluppo attraverso il consolidamento degli investimenti nella ricerca e nell'innovazione, da un efficace sistema di politiche attive del lavoro e dalla reale valorizzazione della formazione e della riqualificazione professionale; il tutto garantendo, ovviamente, adeguati ammortizzatori sociali per le persone che non riescono a reinserirsi nel mondo del lavoro.
Questi sono alcuni tra i concetti espressi con chiarezza al Ministro Poletti, nei giorni scorsi in visita nella nostra Provincia, ministro che la Cisl ha deciso di incontrare proprio al fine di trasmettere direttamente e chiaramente la gravità della situazione. Una gravità che, purtroppo, continua a colpire la nostra, almeno sul piano del lavoro, ex isola felice.



Massimiliano Campana Segretario Generale Cisl Provinciale di Cuneo


Giovedý 13, Novembre 2014


Le Rubriche tematiche
Acchiappamostre
La mostra della settimana
Arte & Fede
Commercio Equo & Solidale
Shopping etico a prezzi di saldo
Consulenza legale
La rottamazione delle cartelle Equitalia
Cucina Piemontese
Peperone Cuneo o Carmagnola?
Fermo immagine
Forse stiamo esagerando/2
I ragazzi leggono
Fifa nera - Fifa blu
Il Vangelo della Domenica
Domenica 8 ottobre
La Memoria del Cuore
'Salvarsi' con una fiaba
Leggere con gusto
Elogio della galletta
Libera-Mente
Trauma psicologico, E. M. D. R. e... Ungaretti
Stella Stellina
Lo spazio esterno
Vola al Cinema
da giovedì 27 aprile a martedì 2 maggio



CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva - Cf. - Reg. Imprese CN n. 01893690048
Rea n. CN-142932
Direttore Responsabile: Mario BANCHIO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© SOCIETA' EDITRICE SALE E LUCE - SOCIETA' COOPERATIVA - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)