DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE     Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175490348

Gentile direttore,
Le scrivo perché ho piacere di dire due parole su un argomento che mi sta molto a cuore: la quasi totale mancanza di informazione riguardante gli sport motoristici locali, che siano rally, gare di regolarità, raduni eccetera. La settimana scorsa scopro che sono transitate, in Saluzzo e dintorni, diverse auto d'epoca, stupendi mezzi nati anche ottant'anni fa e ancora funzionanti (e già solo per questo sarebbero da amare e tenere in grande considerazione); era un raduno eppure non un giornale (online o cartaceo; il mio è un discorso generico, non riferito a una testata in particolare) che ne abbia parlato, se non a manifestazione avvenuta (il che è sempre meglio di niente, ma meno rilevante, visto che impedisce agli appassionati di poter vivere l'evento). Due settimane fa a Lagnasco, quindi sempre nel Saluzzese, c'è stata la prova di una gara di regolarità e, ancora una volta, nessuno ne parla. E sicuramente ci sarebbero molti altri casi da riportare (raduno supercar in pista a Busca ecc.). Nel nostro territorio abbiamo atleti di rally, moto, go-kart, piloti di auto storiche, e chi più ne ha più ne metta, tutti con la grande passione per i motori, eppure quando si sfogliano le pagine sportive dei vari giornali cosa si trova nel 90% dei casi? Non devo certo dirlo io.
Ora, nessuno pretende che si facciano articoli infiniti sull'argomento, ma almeno due righe, ovviamente prima della manifestazione, sarebbero gradite, magari nella pagina degli eventi, quando questa esiste. Una volta un giornalista mi ha detto 'Ma se gli organizzatori non ci avvertono noi come facciamo a saperlo?' Puó essere vero, ma come lettrice la domanda diventa: 'Ma se i giornali non mi avvertono io lettore come faccio a saperlo?' I giornali vengono letti anche per cercare di informarsi su che cosa fare nel proprio tempo libero, in base alle proprie passioni, solo che alcuni sport vengono privilegiati sempre e comunque, a scapito di altri. Capisco che lo spazio è quello che è, capisco che non si puó sempre pubblicare tutto e, effettivamente, mi rendo conto che questo argomento interessa a poche persone, e la prova è che, nel Saluzzese, non esistono quasi più manifestazioni simili, per un motivo o per un altro; di conseguenza è normale per tutti che non se ne scriva. Eppure non farebbe certo del male a nessuno, anzi, anche questo sarebbe un modo per tenere vivo il nostro territorio (invece di dover partire e fare km per andare a vedere un raduno o una gara chissà dove): quanti bambini ho visto guardare incantati le auto storiche; quanti anziani ho visto, magari persi nei ricordi della loro gioventù, quando quelle auto si utilizzavano nella vita quotidiana e non certo per gareggiare o per andare ai raduni. Parliamone! Evviva i motori!!

Paola Biolè


Giovedý 3, Luglio 2014
Gentile direttore siamo alcuni collaboratori della esnow.it, abbiamo constatato che, nonostante la nostra discrezione e collaborazione con il Comune di Pontechianale, da parte di quest'ultimo vi è stata e continua ad esserci la volontà a comunicare a giornali notizie distorte su fatti e situazioni che accadono. I dipendenti della esnow.it vennero convocati dal Sindaco in data 09 giugno 2014 alle ore 18:30 dopo il consiglio Comunale, ci presentammo in sette più per educazione che per curiosità. Anche in quella occasione ci venne presenta una mezza verità, si parló solamente dell'incidente avvenuto in località Pineta Nord, non una parola sulle numerose diffide inviate ai titolari della gestione, non una parola sulla determina pubblicata sull'albo pretorio del Comune all'interno della quale vi sono date e fatti non accaduti. Il Sindaco durante la riunione ha ribadito più volte che il Comune non aveva fatto nulla, non aveva preso provvedimenti, (forse pensano che non sappiamo leggere), intanto una commissione (forse unica nelle Alpi) era stata autorizzata da parte del Comune a vigilare sull'operato dei gestori e di conseguenza dei loro collaboratori. Negli ultimi due inverni si lavorava con il fiato sul collo e nonostante tutto non abbiamo mai perso il sorriso verso i nostri utenti. Le persone a fine giornata venivano a ringraziare per l'ambiente famigliare che trovavano. Una cosa è certa sono le persone che rendono indimenticabile un luogo e noi con la esnow.it (gestori impianti di risalita di Pontechianale dal 2007 al 2014) nel nostro piccolo abbiamo cercato di fare questo. Vogliamo inoltre far notare che i finanziamenti sono arrivati anche dalla regione e dai privati, e che il lavoro che si è creato è anche grazie a questi ultimi. Grazie per lo spazio che ci avete concesso.

Alcuni collaboratori della esnow.it (gestore impianti risalita di Pontechianale 2007-2014)

Alcuni collaboratori della esnow.it


Venerdý 27, Giugno 2014
Che peccato, l'aver voluto sporcare di nero bitume la meravigliosa carrareccia che dall'amena località di Lemma porta in pochi chilometri a Pian Pietro di Valmala dove un veloce falsopiano fa da collegamento al visitatissimo Santuario Mariano.
Era nell'aria già da parecchio tempo che le scelte di pochi andassero a rovinare per sempre un angolo di paradiso immerso tra l'avvolgente profumo di tigli e il pungente odore di castagni in fiore; meta di escursionisti a piedi, a cavallo o con le biciclette da montagna,dove raramente si incontravano le auto e le moto se non quelle dei proprietari delle baite che fanno da corollario alla zona.
Dai giornali apprendiamo che i soldi usati per tale 'opera' provengano dal Bim (Bacino Imbrifero Montano) dove in un gioco strano di plusvalenze elettriche finiscono i denari degli utenti,la cifra dovrebbe aggirarsi circa attorno ai centocinquantamila euro; branca pì branca meno cento milioni di vecchie lire al km, per un lavoro al mio modesto parere fatto con assoluta superficialità dei luoghi e degli agenti atmosferici.
Prendo in considerazione per primo che codesta strada forestale ad un certo punto si interseca con una strada ben famosa che sale dal colle di Liretta dove genieri del Regio Esercito avevano posato molto tempo addietro un selciato particolare, visibile ai lati della stessa dove ora un anonimo bitume nero copre tale opera di ingegneria del passato;per secondo, avendo testato di persona con la bicicletta il percorso ho notato che da ambo i lati non sono state fatte le banchine necessarie per lo scolo dell'acqua piovana, sta di fatto che è bastata mezza giornata di pioggia per trascinare sul manto stradale il ghiaione.
La strada è ora meta di assidui viaggiatori motorizzati, che invece di usare la strada principale per salire a Valmala Santuario passano di li, a conferma posso dire che durante il mio sopralluogo, nell'erta finale alle mie spalle è sbucato un enorme camper che non si neppure fermato sul piazzale antistante il luogo dove nel lontano 1834 apparve la madre Misericordiosa ai pastorelli, ma ha semplicemente e non turisticamente parlando lasciato nell'aria fresca della sera il particolato del robante motore, tornando a valle.
L'opera in questione pare si stata eseguita per permettere una discesa innovativa della Fausto Coppi, gara amatoriale ciclistica molto nota, mi permetto di far notare e questa è cosa risaputa a tutto il mondo del pedale che le strade della Granda sono piene 'd tampe la stessa salita 'mitica'al Santuario da parte dei ciclisti sta diventando pericolosissima per l'asfalto veramento mal ridotto;basta guardarsi attorno e vedere i tanti cartelli apposti dalla Provincia durante il governo della presidente Gancia che recitano testualmente . Capisco la crisi, la ristrettezze economiche,ma che Lady Calderoli abbia già voluto anticiparci il ritorno a cavalli e carovane... già ma Lei ora è approdata con le migliaia di preferenze a miglior scranno e áTorino è lontana, ma la provinciale che sale a Sampeyre è 'disastrata'. á




Demichelis Valter Piemonte-Stato - Movimento Indipendentista Piemontese


Giovedý 26, Giugno 2014


Le Rubriche tematiche
Acchiappamostre
La mostra della settimana
Arte & Fede
Commercio Equo & Solidale
Shopping etico a prezzi di saldo
Consulenza legale
La rottamazione delle cartelle Equitalia
Cucina Piemontese
Il semolino dolce
Fermo immagine
Un vecchio e una panchina
I ragazzi leggono
Voglio fare lo scrittore
Il Vangelo della Domenica
Domenica 26 novembre 2017
La Memoria del Cuore
'Salvarsi' con una fiaba
Leggere con gusto
Elogio della galletta
Libera-Mente
Trauma psicologico, E. M. D. R. e... Ungaretti
Stella Stellina
Lo spazio esterno
Vola al Cinema
da giovedì 27 aprile a martedì 2 maggio



CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva - Cf. - Reg. Imprese CN n. 01893690048
Rea n. CN-142932
Direttore Responsabile: Mario BANCHIO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© SOCIETA' EDITRICE SALE E LUCE - SOCIETA' COOPERATIVA - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)