Presentato il progetto di riconversione

Burgo, si passa al cartone

Presentato il progetto di riconversione

 Nel pomeriggio di lunedì 3 settembre è stata illustrata la prima bozza del progetto di riconversione dello stabilimento Burgo di Verzuolo da parte della direzione aziendale. All’incontro hanno partecipato il sindaco Giancarlo Panero, i rappresentati dell’Amministrazione comunale di Verzuolo e quelli delle istituzioni regionali e provinciali. 
Il progetto di riconversione prevede un riadattamento della linea nona, nonché di buona parte del ciclo di produzione della cartiera Burgo, che progressivamente abbandonerà la produzione di carta patinata a favore del cartone da imballaggio. Il costo dell’investimento si aggirerebbe attorno ai 60 milioni di euro di investimento in totale (50 milioni più un indotto di 10 milioni), con l’obiettivo di mantenere la capacità produttiva di 780 mila tonnellate l’anno, 600 mila delle quali derivanti per la produzione del nuovo tipo di cartone.
Il processo di riconversione inizierà a partire da fine novembre 2019, tuttavia rimangono aperte numerose questioni, dal problema della viabilità, alla situazione occupazionale dei lavoratori ancora in cassa integrazione.
michele gianaria
 

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.