2-1 contro l'Accademia Borgomanero

Calcio: il Saluzzo vince l'andata di Coppa Italia

SALUZZO - ACCADEMIA BORGOMANERO 2-1
SALUZZO: Pelissero, Aprile (28’ st Pampiglione), Caula, Mazzafera (11’ st Mondino), Carli, Supertino, Tavella (19’ st Cesaretto), Berardo (11’ st Marco Serra), Morero, Tosi, Tufano (23’ st Curto). (A disposizione: Nardi, Terragno, Cossotto).
Allenatore: Viale
ACCADEMIA BORGOMANERO: Tornatora, Cerutti (15’ st Ottina), Silva Fernandes, Manfroni (29’ st Leto Colombo), Pici, Moia, Monzani, Giovagnoli, Beretta (1’ st Poi), Secci, De Beib (17’ st Cherchi). (A disposizione: Bronzini, Salice, Anderson, Francioli, Cabrini). Allenatore: Ferrero.
Arbitro: Orazietti di Nichelino (Gilli e Billone di Nichelino).
Marcatori: 25’ pt (ab) Giovagnoli, 46’ pt (sa) Morero, 44’ st (sa) Tosi.
Vince il Saluzzo la gara di andata dei quarti di finale della Coppa italia riservata alle società di Eccellenza. Vittoria meritata in rimonta sotto la pioggia battente ed il terreno molto pesante.
2-1 contro la matricola del girone A Accademia Bborgomanero 1961. Qualificazione alla semifinale che si deciderà nel ritorno di mercoledì 14 novembre al “Comunale” di Borgomanero.
Ampio turnover operato dai due allenatori.
Saluzzo che crea di più ma alla prima occasione buona gli ospiti vanno in vantaggio. Perfetto inserimento al 25’ di Giovagnoli su ottimo traversone di Silva Fernandes e pallone alle spalle di Pelissero.
I granata pareggiano proprio in chiusura di primo tempo al termine di un’azione di Tosi chiusa in rete da Morero nonostante il disperato intervento di Pici.
Ripresa giocata sempre a buon ritmo nonostante la pioggia ed il terreno sempre più scivoloso.
I granata marchionali ci provano con più caparbietà cercando di vincere il match. Ci provano anche con tiri dalla distanza respinti da Tornatora mentre gli ospiti sporadicamente si fanno vedere dalle parti di Pelissero.
Nel finale, al minuto 89’ la rete decisiva che regala  la gara di andata al Saluzzo. Calcio di punizione orchestrato da capitan Carli e Serra. Traversone in area di Curto per l’ultimo tocco decisivo di Tosi.
gian piero civalleri

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.